Accuse choc della Francia dopo la vittoria dei Maneskin: interviene Alessia Marcuzzi

23/05/2021 di Valentina Gambino

Maneskin e Alessia Marcuzzi

Dopo Selvaggia Lucarelli anche Alessia Marcuzzi ha voluto dire la sua dopo la vittoria dei Maneskin all’Eurovision 2021 e le assurde accuse sollevate dalla Francia.

Accuse choc della Francia ai Maneskin: interviene Alessia Marcuzzi

Senza parole per quello che stanno scrivendo alcuni siti francesi su Damiano. Invece di applaudire una band giovanissima, talentuosa e che ha fatto riscoprire il rock a chi pensava che il rock fosse morto. Invece di farli gioire in una serata per loro(e aggiungerei anche per noi!) così importante.

Siete solo dei rosiconi, lo penso davvero. E visto che tanti francesi non si riconoscono nelle parole di @parismatch_magazine e altri blog, chiedo proprio a loro di denunciarlo. 

E spero davvero che Sony Music e Maneskin li portino in tribunale. Non si possono scrivere delle cose così gravi, minando la carriera e la reputazione di ragazzi così giovani, con questa leggerezza!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alessia Marcuzzi (@alessiamarcuzzi)

Le parole di Selvaggia Lucarelli

È tanto incredibile quanto grave che @parismatch_magazine scriva che i Maneskin ieri sera hanno assunto cocaina. Incredibile perché solo un idiota potrebbe pensare che qualcuno si metta ad assumere cocaina in mondovisione, con la droga appoggiata sul tavolo (ho cmq postato il video).

Grave perché la vittoria di 4 ragazzi giovanissimi viene insozzata da una bugia infamante, senza neppure che un giornalista si prenda la briga di guardare il video incriminato, in cui si vede chiaramente che Damiano sta solo chinando la testa con i pugni chiusi per l’emozione. Spero che @sonymusicitaly e @ykaaar vi denuncino. Ah. Siete fuori di testaaaaa. #eurovision #måneskin

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI