A Verissimo, confessione shock di Diego Della Palma: “Da ragazzino un prete ha abusato sessualmente di me”

30/10/2010 di Emanuela Longo

Diego Della Palma

Dopo il consueto spazio riservato alla diretta di Amici di Maria De Filippi, questo pomeriggio, a partire dalle ore 15:30, torna su Canale 5 un nuovo appuntamento con il fortunatissimo rotocalco condotto da Silvia Toffanin, Verissimo.

Come sempre, saranno tanti gli ospiti della lunga puntata di oggi, a partire da Diego Della Palma, che si sottoporrà ad una lunga, intima ed a tratti shockante intervista al cospetto della padrona di casa, durante la quale farà una confessione spiazzante:

Quando ero un ragazzino e stavo in collegio, per due anni e mezzo un prete ha abusato sessualmente di me. Era un uomo grosso e grasso e veniva tutte le sere nella mia camera a chiedermi prestazioni sessuali.

Un’esperienza che Diego racconta nel suo libro autobiografico, A Nudo, nel quale spiega anche come tale vicenda, vissuta all’epoca come un dramma, abbia rappresentato per lui una sorta di “lascia passare nei confronti dell’omosessualità”.

Ciò che ha vissuto durante la sua adolescenza, tuttavia, l’ha sempre tenuto per sè, senza raccontarlo ai suoi genitori, per paura di non essere creduto:

Avrebbero pensato ad una bugia, ad una scusa per non tornare in collegio, per non studiare,

racconta.

Circa otto anni fa, poi, lo stesso prete ormai anziano, lo ha contattato telefonicamente per chiedergli se si ricordava di lui e, sorprendentemente, se gli voleva ancora bene. La risposta di Diego fu “Sì padre le voglio bene”, per poi spiegarne anche il motivo di tali parole:

Preferivo caricarmi io di un peso che avrei avuto modo nel corso degli anni di scaricare, piuttosto che darne uno ad un uomo che era ormai vecchio e alla fine della sua vita.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI