A Che tempo che fa di sabato, Fabio Fazio ospita Hans Küng, Lucio Dalla – Francesco De Gragori e Gualtiero Marchesi, con la partecipazioni di Gramellini e Mercalli

09/05/2010 di Simona Cocola

Le analisi climatiche ed ambientali di Luca Mercalli danno il benvenuto al pubblico di Che tempo che fa, preparato ad accogliere l’arrivo del “maestro” della cucina italiana Gualtiero Marchesi, il quale festeggia i suoi 80 anni, compiuti il 19 marzo scorso, presentando Marchesi si nasce – Questa è la mia storia.
Il libro è un’autobiografia in chiave culinaria della vita di Marchesi, che riguardo l’arte di cucinare afferma: “L’ispirazione nasce da tante cose”, e spiega che per la riuscita di un nuovo piatto è necessario, in primis, imparare a cucinare. “La materia è la cosa più importante – prosegue -, e in cucina si può essere barocchi o minimalisti come me”. L’essenziale, inoltre, è “arrivare ad avere armonia nel piatto” ricorda Marchesi.

Altro ospite della trasmissione è Hans Küng, sacerdote, teologo, filosofo svizzero, e dal 1996 professore emerito di Teologia ecumenica presso l’Università di Tubinga. Definito il teologo ribelle, poiché contro il dogmatismo religioso, Küng ha da poco ultimato il suo nuovo saggio intitolato Ciò che credo: “Credere è avere una fiducia ragionevole, nella vita, in Dio” dice. Egli sostiene di credere prima di tutto nella vita terrena e poi in quella ultraterrena, ed invita ad avere fiducia nella vita, nella realtà e nelle altre persone prima di tutto: “Io voglio avere una fede in Dio fondata nella vita” conferma.

Tornano a cantare in trasmissione Lucio Dalla & Francesco De Gregori, che, a trent’anni da Banana Republic, sono impegnati in una lunga tournée Duemiladieci – Work in Progress, iniziata il 22 gennaio scorso a Modena. In questi giorni al teatro degli Arcimboldi di Milano e poi al Gran Teatro di Roma, i due artisti proseguono il tour fino al 12 settembre prossimo.

In finale di puntata, come sempre, il commento delle notizie ‘indimenticabili e imperdibili’ della settimana a cura di Massimo Gramellini, autore del libro appena uscito L’ultima riga delle fate.

COMMENTI