I 3 momenti indimenticabili del GF Vip: ‘vince’ il coming out di Gabriel Garko, interviene Signorini

09/03/2021 di Emanuela Longo

GF Vip, Alfonso Signorini e Gabriel Garko

L’edizione del GF Vip 5 è stata talmente lunga che si fa fatica a riassumere in breve i momenti indimenticabili degli ultimi mesi vissuti nella Casa di Cinecittà. Alfonso Signorini ha provato a farlo tra le pagine del settimanale Tv, Sorrisi e Canzoni, dove è stato chiamato a fare un bilancio della sua esperienza alla conduzione del reality.

GF Vip, Alfonso Signorini svela i tre momenti indimenticabili

Non sappiamo ancora se sarà Alfonso Signorini al timone della prossima edizione del GF Vip ma nel frattempo il padrone di casa ha voluto riassumere quelli che sono stati i tre momenti indimenticabili della passata edizione che si è da poco conclusa. Ecco il primo momento:

Il coming out inatteso di Gabriel Garko. Quando Rosalinda ha cominciato a fare capire che i suoi legami sentimentali erano una farsa, lui mi ha chiamato per dirmi che lei aveva ragione ed era giunto il momento di fare cadere il castello di carte. La lettera non volevo che la leggesse, ne abbiamo parlato fino alle tre del mattino. Ma poi in diretta l’ha tirata fuori. È stato un momento fortissimo, da lì il programma ha preso la svolta che volevo io e cioè che fosse il GF raccontato, fatto di vite vissute, non che spiasse dal buco della serratura.

Ed ecco il secondo momento che Signorini non dimenticherà facilmente:

Il secondo momento quando abbiamo fatto riavvicinare Andrea a suo padre Walter Zenga. Lo considero il mio fiore all’occhiello.

Infine il terzo:

Il terzo invece è stato affrontare il tema della morte in prima serata. Avevo il terrore che mi accusassero di retorica e di cavalcare la lacrima facile, però credo che grazie al carattere di Dayane Mello che ha saputo gestire il dolore per la perdita del fratello in modo molto maturo, sia venuta fuori una bella pagina.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI