Nadia Toffa, dove aveva il tumore? “Cancro al cervello”, parla l’oncologa

Nadia Toffa è morta. Da ore, sul web e non solo, sono migliaia i messaggi di cordoglio di chi non riesce ancora a credere alla fine così drammatica della battaglia che la iena ha condotto per quasi due anni, senza mai arrendersi. Dopo mesi di lotta, senza mai perdere il sorriso, la 40enne bresciana ha smesso di soffrire. Nel libro “Fiorire d’Inverno”, Nadia raccontava la sua malattia senza mai specificare quale tipo di tumore la stava uccidendo. Ed oggi, nel giorno della sua morte, sono in tanti a chiedersi in quale parte del corpo il cancro avesse colpito la giovane guerriera.

Nadia Toffa e la battaglia contro il cancro

Secondo le ultime notizie diffuse in questi mesi sul web, circolava con insistenza quella secondo la quale Nadia Toffa sarebbe stata colpita da un cancro al cervello. Era a Trieste per un servizio quando fu colta da malore. Dopo i primi accertamenti fu trasferita all’ospedale San Raffaele di Milano e sin da subito si parlò di “patologia cerebrale”. Solo due mesi più tardi, quando Nadia fece ritorno a Le Iene, rivelò che si trattava di cancro.

“Cancro al cervello”: dove aveva il tumore Nadia Toffa

Nei mesi scorsi il sito NextQuotidiano aveva approfondito la malattia di Nadia Toffa ed in merito in un articolo aveva scritto: “Nadia Toffa è anche una donna che ha contratto il cancro in una delle declinazioni peggiori: quello al cervello. Avete mai conosciuto qualcuno con il lobo frontale in metastasi? Oltre alla chemioterapia, al dolore, alle operazioni, agli interminabili momenti di attesa passati negli androni degli ospedali, in attesa di un referto sempre indecidibile”.

Quindi aveva aggiunto: “Oltre a un’esistenza che si fa incauta per obbligo e non per scelta, il cancro al cervello ci mette il carico da novanta, tra cambi di personalità, mal di testa, problemi alla vista e addirittura allucinazioni sensoriali”.

Tuttavia, non era mai giunta una conferma ufficiale e c’è anche chi ha sostenuto che potesse trattarsi di un tumore ai polmoni.

La parola all’oncologa

Ad esprimersi oggi è stata Stefania Gori, presidente degli oncologi dell’Aiom, l’Associazione italiana di oncologia medica, che all’Agi ha spiegato: “Nadia Toffa ha avuto un tipo di tumore per il quale la ricerca sta lavorando molto a livello internazionale, ma anche in Italia”. “Su alcune forme tumorali dobbiamo acquisire ancora maggiori conoscenze – ammette l’oncologa – ma anche per queste la ricerca sta avendo notevoli progressi. In generale la ricerca oncologica ha fatto molti passi avanti – osserva Gori – il 60 per cento dei pazienti con una diagnosi di tumore ha una sopravvivenza di 5 anni, e per il carcinoma alla mammella e alla prostata la percentuale di sopravvivenza sfiora il 90 per cento”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Nadia ci ha lasciato. Ma non hai perso la sua battaglia. Ciao Toffa, ci mancherai sempre.

Un post condiviso da Blogtivvu.com – Gossip e TV (@blogtivvu_com) in data:

Condividi post:
Loading...
Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.
Articolo creato 7693

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto