Marco Carta

Marco Carta, spuntano i video: il PM sente alcuni dipendenti della Rinascente

Nuovi dettagli sulla questione del presunto furto di magliette e Marco Carta. Il PM di Milano ha acquisito le immagini delle telecamere della Rinascente e ha sentito anche alcuni dipendenti del negozio come testimoni. I filmati incastrano il cantante oppure lo scaglionato del tutto? Ecco a seguire, tutti gli ultimi aggiornamenti sulla spiacevole situazione che ha coinvolto il vincitore di Amici 7 che comunque, a prescindere da tutto, andrà a processo il prossimo settembre.

Marco Carta, spuntano i video

Il PM di Milano Nicola Rossato ha effettuato, in vista del processo fissato per il prossimo 20 settembre, indagini integrative per far luce sul furto di magliette avvenuto lo scorso 31 maggio alla Rinascente di Milano e per il quale sono imputati il cantante Marco Carta e la 53enne Fabiana Muscas.

Da quanto si è saputo e così come riporta l’Ansa, il PM avrebbe acquisito anche le immagini delle telecamere del grande magazzino milanese e ha sentito come testimoni alcuni dipendenti del negozio che si aggiungono ad altri testi già ascoltati. E questo, per rafforzare l’ipotesi accusatoria secondo cui non solo la donna ma anche il vincitore del Festival di Sanremo del 2009 sarebbe responsabile del furto.

La Rinascente si costituisce parte civile?

Il pubblico ministero proprio in funzione di questo, ha presentato ricorso in Cassazione – l’udienza è fissata per il prossimo 6 novembre – contro la mancata convalida dell’arresto del cantante da parte del giudice Stefano Caramellino. Convalida invece disposta per la donna. Intanto è stato reso noto che il responsabile della sicurezza del centro commerciale il giorno del furto aveva sporto denuncia contro Marco Carta e l’amica, e quindi il grande magazzino potrà costituirsi parte civile (e chiedere eventualmente i danni) nel processo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Marco Carta dopo l’arresto dello scorso 1 giugno per l’ipotetico furto di magliette alla Rinascente, era stato liberato ma dovrà comunque affrontare un processo a settembre. Il Giornale riporta nuovi dettagli sulla questione, confidando che adesso, sarebbero anche spuntati i filmati della videosorveglianza: “Questo materiale dovrebbe suffragare l’ipotesi del pm che pare ritenga che anche il cantante sia coinvolto direttamente nel furto. Stando a quanto filtra, pare che le testimonianze abbiano rafforzato l’ipotesi accusatoria”. In ultimo, il responsabile della sicurezza della Rinascente avrebbe presentato denuncia contro Carta e Muscas, con il centro commerciale che potrebbe costituirsi parte civile per chiedere i danni contro il processo. Voi cosa ne pensate di questa storia? Credete nella sua innocenza?

Un post condiviso da Blogtivvu.com – Gossip e TV (@blogtivvu_com) in data:

Condividi post:
Loading...
Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.
Articolo creato 8145

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto