Eliana Michelazzo, foto con il “suo” Simone Coppi e chiarimento: “Non mi ha denunciata!”

Grazie a Live Non è la d’Urso, Eliana Michelazzo ha incontrato dopo 10 anni il “suo” Simone Coppi. Un confronto, il loro, avvenuto nell’ascensore del programma di Barbara d’Urso e culminato con il crollo dell’ex agente di Pamela Prati che non è riuscita più a rientrare in studio. Il senso di vergogna ed il dolore nel rendersi conto che quel sogno durato 10 lunghi anni era destinato ad interrompersi per sempre, l’ha frenata al punto tale da farla esplodere in lacrime nel backstage del programma. Una reazione più che comprensibile sebbene sui social sia stata in parte criticata. Ieri però, a mente lucida, Eliana ha voluto dire la sua su quell’incontro, postando sul suo Instagram una foto (la prima e probabilmente anche l’ultima) che la vede insieme ed al fianco al finto Simone Coppi, l’uomo al quale ha creduto di essere legata – anche in matrimonio – fino a qualche mese fa.

Eliana Michelazzo, chiarimento con il finto Simone Coppi

“Finalmente ti ho guardato negli occhi… ho capito che avevo di fronte una persona spaventata e che si è trovata in questa storia senza aver fatto nulla…”, ha esordito Eliana Michelazzo nel suo commento allo scatto. “Ho aspettato un tuo abbraccio per tanti anni… ma sapevo che non lo potevo fare… perché esiste il rispetto…”, ha aggiunto.

Consapevole di quanto finora vissuto, Eliana ha ammesso: “era tutto nella mia testa… ma la cosa che mi rende più felice è che tu e la tua manager avete visto tutta la mia storia, avete visto le foto che in questi anni sono state inviate a me… alla fine l’ho visto crescere e diventare uomo… con le parole belle che mi tenevano legate a lui… Avvertivo un senso di protezione… e comunque esteticamente sarai sempre il mio “uomo ideale”…”, ha aggiunto.

“Non sarai magistrato antimafia minorile… ma hai a che fare con dei ragazzi.. quindi insegnante… con gran testa…”, ha poi scritto riferendosi all’ex Mister Svizzera prima di ringraziare Barbara d’Urso “che mi ha dato la possibilità di vederlo”. Infine ha motivato anche il suo crollo: “Il mio pianto era di dolore… di un dolore incolmabile e profondo .. e solo chi lo vive può sapere”.

Il confronto ha portato quindi ad un chiarimento tra i due, ma soprattutto ha convinto Stephan a non denunciare la Michelazzo: “non sono stata denunciata!!!!”, ha esclamato Eliana in un “ps” finale, per pii ribadirlo anche nei commenti allo scatto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Finalmente ti ho guardato negli occhi .. ho capito che avevo di fronte una persona spaventata e che si è trovata in questa storia senza aver fatto nulla .. ho aspettato un tuo abbraccio per tanti anni .. ma sapevo che non lo potevo fare .. perché esiste il rispetto .. era tutto nella mia testa ..ma la cosa che mi rende più felice è che tu e la tua manager avete visto tutta la mia storia, avete visto le foto che in questi anni sono state inviate a me .. alla fine l’ho visto crescere e diventare uomo .. con le parole belle che mi tenevano legate a lui .. Avvertivo un senso di protezione…e comunque esteticamente sarai sempre il mio “uomo ideale” .. non sarai magistrato antimafia minorile .. ma hai a che fare con dei ragazzi .. quindi insegnante .. con gran testa .. un grazie speciale a @barbaracarmelitadurso che mi ha dato la possibilità di vederlo .. il mio pianto era di dolore .. di un dolore incolmabile e profondo .. e solo chi lo vive può sapere .. #stephanweiler #simonecoppi @livenoneladurso p .s non sono stata denunciata !!!!

Un post condiviso da Eliana Michelazzo (@elianamichelazzo) in data:

Condividi post:
Loading...
Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.
Articolo creato 7555

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto