Bill Cosby condannato per violenza sessuale: la star dei Robinson è colpevole e rischia la prigione a vita

Bill Cosby rischia gravemente di trascorrere gli ultimi anni della sua vita in carcere. In Pennsylvania, l’ex papà Robinson era stato accusato da Andrea Costand di averla drogata con barbiturici e poi abusata nel 2004. Dopo il processo, i 12 giurati del tribunale di Norristown hanno stabilito che l’attore è colpevole di violenza sessuale. Su Twitter, tra i colleghi di Hollywood, si è scatenata un’ondata di soddisfazione dopo la condanna.

Bill Cosby colpevole

Sono tre i capi d’accusa per cui è stato ritenuto colpevole Bill Cosby: violenza sessuale con mancanza di consenso, nei confronti di una persona non cosciente e dopo la somministrazione di droga. Per ognuno di questi capi d’accusa rischia 10 anni di carcere. È possibile però che il giudice gli consentirà di scontare la pena simultaneamente. Cosby, che oggi ha 80 anni, si è sempre annunciato innocente e ha sempre sostenuto che il rapporto con la Constand fosse consensuale.

La donna invece ha sempre divulgato la tesi della violenza preceduta da somministrazione di droghe, una modalità usata dall’attore in molti altri casi. Almeno stando alle altre testimonianze portate nel processo. Sono state cinque in tutto le donne, tra cui l’ex modella Janice Dickinson, che hanno deposto in tribunale, esponendo il medesimo “piano”: un cocktail insieme, sonniferi o droghe stordenti somministrate con l’inganno e le molestie senza che potessero ribellarsi a Cosby.

I messaggi social delle attrici dopo la sentenza

Diffusa la notizia, sono stati molteplici i volti noti del mondo dello spettacolo hollywoodiano a esprimere soddisfazione per la sentenza, specie su Twitter. Jessica Chastain ha twittato: “Solo perché sei ricco e potente non significa che il corpo di un’altra persona sia automaticamente disponibile per il sesso. Il consenso deve essere dato”. Chelsea Handler polemicamente, si chiede “quanto tempo impiegherà Trump per annunciare che perdonerà Bill Cosby”. E Rose McGowan ha detto: “Cosby è colpevole. Mi dispiace se qualcuno ha creduto in una bugia. Le sue vittime possono ora avere giustizia. Grazie al giudice e alla giuria. Grazie alla società per essersi risvegliata”.

Proprio l’ultimo tweet è stato anche retwittato anche da Asia Argento, convinta sostenitrice del movimento #MeToo. “Sono stata violentata nel 1997 e ci ho messo 21 anni per capire cosa mi fosse successo e per trovare il coraggio e la forza per parlarne in pubblico”, aveva raccontato.

Seguici e condividi!
Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.
Articolo creato 6906

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Condividi