Fabrizio Frizzi, l’ultimo saluto a Roma: “Il sorriso era la sua forza”. Clerici e Carlo Conti leggono la Preghiera degli Artisti – VIDEO

Ieri mattina si sono svolti i funerali di Fabrizio Frizzi presso la Chiesa degli Artisti in Piazza del Popolo a Roma. Una folla di circa un migliaio di persone ha seguito il rito funebre dall’esterno, grazie alla presenza di un maxi schermo, mentre in chiesa si sono stretti parenti, amici e colleghi del compianto conduttore morto la notte dello scorso lunedì. La moglie Carlotta Mantovan non ha abbandonato la prima fila, affiancata e sorretta dal fratello Fabio Frizzi. In prima fila anche gli amici più stretti: Flavio Insinna, Carlo Conti, Antonella Clerici e Milly Carlucci. Proprio loro, commossi, hanno preso la parola nel corso dei funerali celebrati da don Walter Insero e trasmessi in diretta tv e streaming su RaiUno.

Fabrizio Frizzi, l’ultimo saluto a Roma

“Perdiamo un amico e un fratello. Un combattente generoso e con il sorriso”: con queste parole don Walter ha aperto la sua omelia in occasione dei funerali di Fabrizio Frizzi. Carlo Conti ha solo trovato la forza di definirlo, ancora una volta, un fratello. Tanti i volti noti tra cui Alba Parietti, Simona Ventura, Anna Foglietta, Paola Cortellesi con il marito Riccardo Milani, Zoro, Paola Saluzzi, il grande amico Max Biaggi, Emanuela Aureli, Paolo Bassetti, Max Tortora, Marco Columbro.

“In Rai mi hanno confidato che negli ultimi mesi lo chiamavano il combattente con il sorriso”, ha aggiunto don Insero nel corso dell’omelia. “Il sorriso era la sua forza. La cifra dell’esistenza di Fabrizio è stata la generosità, la sua capacità di provare compassione. L’amore che sta ricevendo dimostra che sta raccogliendo quello che ha seminato”.

Toccante il momento conclusivo con la lettera della poesia Amicizia di Jorge Luis Borges recitata da Flavio Insinna con la quale il conduttore ha voluto “ringraziarlo un’altra volta, ma non per l’ultima volta”. In precedenza Antonella Clerici e Carlo Conti hanno letto la preghiera degli artisti, che vi riproponiamo a seguire.

“O Signore della bellezza (…) Guardaci, siamo artisti, i tuoi artisti: siamo pittori, scultori, musicisti, attori, poeti, danzatori, conduttori televisivi, siamo i tuoi piccoli che amano vivere sulle ali della poesia per poterti stare più vicino e per aiutare i fratelli a guardare più in alto nel tuo cielo e più in profondità nel loro cuore. Perdonaci se siamo fragili e incostanti, ma siano uomini, donaci la tua forza, quella che scopriamo nella tua Parola, quella che sentiamo nella tua grazia, quella che riceviamo dalla tua Eucaristia, da quel pane spezzato che è comunione, fraternità e gioia. Ti preghiamo per noi, per tutti gli artisti, per il mondo distratto, fa che possiamo aiutare tutti gli uomini a scoprire qualcosa di Te, attraverso la nostra arte. La nostra vita sia un canto di lode alla tua bellezza e le nostre opere i raggi luminosi che illuminano le strade degli uomini come ha fatto Fabrizio. Donaci il tuo perdono e la tua benevolenza, donaci il tuo Spirito di sapienza e di bellezza, ispiraci con il tuo amore e la tua grazia, e donaci ali stupende affinché con l’arte ci innalziamo fino a te”.

Seguici e condividi!
Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.
Articolo creato 7130

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Condividi