Fabrizio Frizzi, l’addio delle “professoresse” de L’Eredità: “siamo orgogliose di te”

Sono stati tanti ad aver pianto Fabrizio Frizzi negli ultimi giorni. Amici e colleghi ma soprattutto gente comune, che proprio con il conduttore aveva un appuntamento quotidiano fisso durante il programma L’Eredità, il quiz game di RaiUno. A essere profondamente incredule oltre che molto affrante, sono state anche le “professoresse” del programma Rai, coloro che vedevano in Fabrizio non solo un amico ma un vero e proprio fratello maggiore e che da settembre condividevano con lui le giornate nello studio de L’Eredità, anche dopo il brutto periodo vissuto in seguito all’ischemia.

Fabrizio Frizzi, i messaggi delle professoresse de L’Eredità

Anche per Vera Santagata, Chiara Esposito, Eleonora Arosio e Laura Dazzi, le “professoresse” de L’Eredità, è stato un brutto colpo perdere così Fabrizio Frizzi. Un uomo ancor prima che conduttore, ed un amico fraterno con il quale le quattro ragazze tenevano compagnia agli italiani tutte le sere. Le loro reazioni di dolore, in seguito alla notizia della morte, sono più che comprensibili.

Vera Santagata su Instagram ha affidato il suo pensiero di piena incredulità: “Non riesco ancora a crederci, non riesco ad accettarlo, nemmeno oggi che ti ho dato l’ultimo saluto ma voglio ricordarti così Fabri, con questo sorriso e con le tue braccia grandi sempre aperte per aiutare chiunque. Sei stato un guerriero fino all’ultimo giorno e le ‘tue professoresse’ sono orgogliose di te”, ha scritto, postando la foto che le ritrae tutte insieme a lui.

“Hai visto quanta gente ti ama? Hai seminato sempre e solo bene, in un mondo di squali in cui è facile perdere la retta via, ma tu non l’hai mai fatto… GRAZIE per quello che sei stato, GRAZIE per quello che mi hai insegnato, e GRAZIE per avermi regalato l’onore di lavorare al tuo fianco fino all’ultimo giorno. Il suono delle tue risate resterà per sempre nel mio cuore. Ti voglio bene”, ha chiosato.

Anche Chiara Esposito ha voluto dedicare un suo pensiero emozionante al conduttore: “Adesso mi sento in grado anche io di poter scrivere qualcosa su quello che è accaduto. Tutto quello che è stato detto di lui in questi giorni è la verità: disponibile, buono, umile e un bravo amico, oltre che grande professionista. Ho avuto l’onore e la fortuna di lavorare con Fabrizio, che non ha mai esitato a darmi consigli e suggerimenti per gestire al meglio situazioni più grandi di me. Ho fatto tesoro di tutto quello che è riuscito a trasmettermi in questi mesi. E anche oggi ho imparato qualcosa: quello che si semina, si raccoglie. Tutto l’amore della famiglia, degli amici, dei colleghi e del pubblico che si stringe a lui, è una ricompensa per l’affetto e la dolcezza che ha saputo comunicare. Ti ricorderò sempre con il sorriso”.

Seguici e condividi!
Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.
Articolo creato 7144

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Condividi