Morta Maretta Scoca, giudice di Forum: l’addio sui social e il ricordo di Oliviero Diliberto e Mastella

Maretta Scoca, giudice del popolare tribunale televisivo Forum, è morta a 79 anni. E’ stata deputata nella XII e XIII legislatura e sottosegretaria alla giustizia. Il grande pubblico l’ha conosciuta grazie alla sua partecipazione alla trasmissione di casa Mediaset, essendo uno dei suoi volti storici. La stessa trasmissione Forum ieri l’ha ricorda in un post su Facebook: “Il tribunale di Forum perde oggi uno dei volti più amati dal pubblico. Il giudice Maretta Scoca. Avvocato preparato e donna di spessore, dal 2007 ha diretto le nostre cause con la classe e l’eleganza che l’hanno sempre distinta”, si legge.

Maretta Scoca è morta: lutto a Forum

“Ironica, sorridente, divertita e grande appassionata del diritto, amava mettersi in gioco per trovare la soluzione più umana ai casi che le venivano sottoposti. Davvero possiamo dire che oggi ci manca tutto di lei: le sue risate, il campanello che amava usare per calmare gli animi dei contendenti e le martellate decise con le quali dichiarava che l’udienza era tolta. Ciao Maretta, ti vogliamo bene e ti ringraziamo per avere avuto la fortuna di averti conosciuta”, prosegue il post di Forum nel parlare di Maretta Scoca.

A ricordarla è stato anche l’ex Guardasigilli Oliviero Diliberto, come riporta l’agenzia di stampa Ansa: “Piango la scomparsa di Maretta Scoca, donna straordinaria, avvocato insigne, illustre parlamentare e preziosissima sottosegretaria alla giustizia nel periodo in cui fui ministro – dichiara Diliberto – amica carissima sempre e per sempre. Ci e mi mancherà. Al marito Giorgio Assumma e alle figlie un abbraccio dolente e fraterno”.

“Con commozione piena di affetto e di stima ricordo Maretta Scoca – afferma, in una nota, Clemente Mastella -. Fu un pezzo importante di quella piccola, ma determinante, pattuglia dell’Udeur che ha fatto parte della storia italiana per 15 anni. Coraggiosa e leale, paziente ed intelligente, seppe, all’indomani della sua esperienza parlamentare e di Governo, continuare a dare i suoi avveduti consigli giuridici ed umani anche utilizzando il mezzo televisivo in programmi popolari e di successo. Il ricordo va a quando accettò di candidarsi con me ed alla sua amichevole vicinanza ai miei ingiusti problemi giudiziari. A Giorgio ed alle figlie la mia solidale vicinanza cristiana”.

Seguici e condividi!
Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.
Articolo creato 7130

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Condividi