Sanremo 2018, Elio e le storie tese con “Arrivedorci” – TESTO

Dopo aver spaventato i fan con l’annuncio dell’addio alle scene a fine dicembre 2017, Elio e le Storie Tese tornano a esibirsi, questa volta sul palco dell’Ariston in occasione di Sanremo 2018. La canzone porta il titolo Arrivedorci che, come spiega la band, è ispirato al film di Stanlio e Ollio “Tempo di pic-nic”. A novembre del 2017, al Teatro Nuovo ha debuttato “Spamalot”, la versione tutta italiana di Elio e le Storie Tese del musical di grande successo portato per la prima volta in scena a Broadway nel 2005, vincitore di tre Tony Awards.

Elio e le storie tese a Sanremo 2018

Il brano Arrivedorci è un ulteriore saluto dopo il concerto di addio dello scorso 19 dicembre al Forum di Assago (MI). E anticipa un album omonimo inciso dal vivo (in uscita il 9 febbraio) e il Tour d’addio che terminerà il 30 giugno 2018, a cui seguirà poi lo scioglimento (definitivo?) della band milanese.

“La canzone racconta la fine di una bella storia. Ci siamo ispirati a “Tempo di pic-nic”, un cortometraggio di Stanlio e Ollio del 1929» svela Elio. «Quello in cui salgono in macchina, salutano più volte, ma non riescono mai a partire. Gli addii sono così: faticosi. Ed è una metafora della nostra vita”. Venerdì 9 febbraio duetteranno con i Neri Per Caso.

Elio e le storie tese, il testo di “Arrivedorci”

di S. Belisari – S. Conforti – D. L. Civaschi – N. R. Fasani

Ed. Hukapan – Milano

È una storia di ragazze demenziali
Che volevano cambiato l’universo
L’universo che opprimeva le ragazze demenziali
Poi quel giorno l’astronave dei marziani
Proveniente dagli spazi siderali
Con il tubo che ti aspira nel suo interno

E nessuno che ci crede
E quella sonda che sondava l’organismo
Ci ha trasformati in musicisti, ma maschi
Poi la carriera è andata molto bene per fortuna
Una storia unica, singolare e atipica
Completamente antieconomica, a propulsione elica
Una storia unica, una carriera artistica
Dolcemente stitica, ma elogiata dalla critica.

Ma ogni storia si esaurisce col finale
Un finale che ti lascia a bocca aperta
Dall’ampiezza della bocca si capisce se il finale era valido
Vi salutiamo e vi diciamo arrivedorci
Come nel film di Stanlio e Ollio, che ridere
Siamo al tramonto, siamo giunti ai titoli di coda
Di una storia unica, una bella musica

Una scelta artistica di origine domestica
E questa storia unica, ha una fine drastica
Leggermente comica.
Arrivedorci, arrivedorci, arrivedorci, arrivedorci

CLICCA QUI PER TUTTI I TESTI DI SANREMO 2018

Seguici e condividi!
Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.
Articolo creato 6966

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Condividi