Un medico in famiglia 11 ci sarà? Lino Banfi lancia un nuovo appello: “L’ultima stagione andrebbe fatta per il pubblico”

Non si dà pace Lino Banfi, da ormai 20 anni meglio noto da più generazioni come Nonno Libero, il quale accetta con fatica la decisione della Rai di non voler realizzare l’undicesima edizione di una delle fiction più amate (e più longeve) trasmesse da RaiUno. Stiamo parlando di Un medico in famiglia 11, la cui produzione sarebbe stata fermata alcuni mesi fa, con grande dispiacere e disappunto dello stesso Banfi che ora chiede ardente temente un’ultima stagione. In una recente intervista su RTL, il celebre attore pugliese è tornato a parlare proprio della tanto amata fiction. Ecco di seguito quali sono state le sue parole.

Un medico in famiglia 11 si farà? Lino Banfi ci spera

Ospite di Pierluigi Diaco, Giusy Legrenzi e Fulvio Giuliani a Non Stop News, Lino Banfi ha reso nota la sua volontà e quella degli altri colleghi e protagonisti di Un medico in famiglia di tornare sul set in vista dell’undicesima edizione della serie di RaiUno, al fine di realizzare una sorta di commiato. Ben conscio del fatto che andare avanti ad oltranza potrebbe non portare i risultati sperati (come dimostrato nelle precedenti stagioni), Banfi vorrebbe almeno un’ultima stagione per concludere e salutare il pubblico di appassionati.

“Si dovrebbe fare, la dobbiamo come tributo al pubblico che ci ha voluto bene, per ventidue anni è durata ’sta storia. Siamo stati i primi a fare la lunga serialità che appartiene alla famiglia intera, che riguarda il padre, la madre, il nonno, tre generazioni, ed è andata bene”, ha quindi dichiarato Lino Banfi.

“Ovviamente nelle ultime puntate poi non si sa più cosa raccontare se non hai delle buone sceneggiature. Però andrebbe fatta l’ultima serie per salutare il pubblico che ci ha voluto bene, questa è la mia opinione ma non sono io a decidere, è la Rai. Quando me lo chiede la gente pare che sia io che non voglio più farlo, che ho degli impegni, o Milena Vukotic, la mia consorte, bravissima attrice, o Giulio Scarpati, che è l’altro protagonista. Noi siamo pronti, ma se non si decidono in Rai, pazienza”, ha proseguito Banfi.

Infine, incalzato dai conduttori radiofonici Banfi ha lanciato un appello, lasciando intendere che la decisione finale riguardava più Eleonora Andreatta che Mario Orfeo: “Per non fare nomi, Tinni Andreatta. […] Mario Orfeo è un bravo “reghezzo”, l’ho conosciuto quando era direttore del tg, è un bravissimo giornalista, una brava persona, può darsi che neanche lo sappia…”.

Seguici e condividi!
Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.
Articolo creato 7176

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Condividi