Carlo Conti tra passato e presente: con Ieri e Oggi nella seconda serata di RaiTre, poi il ritorno de La Corrida su RaiUno

Dalla prima alla seconda serata: Carlo Conti, con l’inizio del nuovo anno, approda su RaiTre sulla quale, dal 5 gennaio andrà in onda Ieri e oggi, un classico della televisione italiana datato 1967. Si tratta di un programma che raccontava i personaggi dello spettacolo attraverso filmati di repertorio e chiacchierate in studio con il conduttore. A condurlo sarà proprio Carlo Conti, che al settimanale Tv, Sorrisi e Canzoni ha dichiarato: “È un programma che festeggia 50 anni di vita e io mi diverto a riportarlo in tv semplicemente per il gusto di farlo, senza l’angoscia degli ascolti del giorno dopo”.

Carlo Conti, i progetti per il 2018 tra la Tv e l’America

Conti lo ritroveremo così su un’altra rete e ad un’altra collocazione ma con lo stesso spirito di sempre. “Vorrei fare un buon prodotto, cercando di raccontare la televisione del passato: farla rivivere a chi l’ha vissuta ma soprattutto far vedere ai più giovani qualcosa di allora”, ha spiegato il conduttore. Ma come sarà strutturata la trasmissione?

Ad ogni puntata saranno raccontati due protagonisti: “Si comincia con Rita Pavone e Enrico Montesano, si prosegue nella seconda puntata con Iva Zanicchi e Carlo Verdone. Poi mi piacerebbe coinvolgere qualche collega tipo Fabrizio Frizzi, Antonella Clerici, Fabio Fazio“, ha anticipato Carlo Conti che desidera estendere l’invito ai personaggi che hanno fatto la tv negli ultimi 30 anni.

Conti però non abbandona affatto RaiUno ed a proposito di esperimenti tra passato e presente, dal prossimo 6 aprile torna sull’ammiraglia per condurre La Corrida. “Anche lei è giunta al traguardo dei 50 anni e io mi divertirò a riportarla a casa: in radio, dove è nata, e in Rai, dove è cominciata. Sono cresciuto con quel programma”, ha commentato.

Il 2018 per Carlo Conti si prospetta ricco di impegni: il 13 aprile sbarcherà con Leonardo Pieraccioni e Giorgio Panariello, e il loro show, al Beacon Theatre di New York. “E non è uno scherzo. Volevamo fare anche il manifesto con il ciuffo alla Trump. Ma ci sembrava troppo, abbiamo evitato. Sarà uno spettacolo per i tanti connazionali che vivono lì”, ha chiosato.

Condividi post:
Loading...
Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.
Articolo creato 7809

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto