Grande Fratello Vip 2, finalisti a Verissimo

GF Vip 2, Daniele Bossari a Verissimo: dall’alcolismo alla vittoria, ‘La dedico a Franchino Tuzio!’

Daniele Bossari sarà ospite oggi a Verissimo dopo aver vinto la seconda edizione del Grande Fratello Vip. Insieme a lui, anche tutti i finalisti del reality show ed Ilary Blasi, conduttrice del programma. Intervistato da Silvia Toffanin, il conduttore TV ha parlato della sua esperienza con il reality show e anche dei dubbi iniziali prima della partecipazione. L’ex veejay poi ha avuto modo di dedicare la sua vittoria a Franchino Tuzio, suo caro amico e manager, scomparso di recente.

Daniele Bossari, dalla dipendenza dall’alcol alla vittoria del GF Vip

“All’inizio, quando mi hanno proposto di fare il Grande Fratello Vip, ho subito detto di no perché pensavo di non riuscire a farlo – ha esordito Daniele Bossari –  Poi ci sono state due persone che mi hanno convinto, Filippa e, soprattutto, ha insistito una persona che ora non c’è più, ed è proprio scomparsa mentre ero nella casa. Questa persona è il mio agente Franchino. Dal momento in cui mi hanno comunicato che era scomparso ho avuto una forza incredibile, come se fosse lui a darmela. Credo che mi abbia protetto. Dedico a Franchino tutta questa esperienza. Non mi aspettavo di battere Giulia De Lellis, perché la consideravo la favorita”.

Daniele Bossari poi, esattamente come ha fatto anche nella Casa del GF Vip 2, si è aperto senza filtri raccontando la sua depressione ed i momenti dettagli all’annebbiamento per colpa dell’alcol: “Il periodo di autodistruzione è durato 6 anni. Ero vulnerabile agli attacchi. Non volevo più rispondere al telefono e se non rispondi, prima o poi la gente non ti chiama più. Per la depressione, mi sono rifugiato nell’alcol. Bere mi dava l’opportunità di sciogliere questa sofferenza. Ero sempre annebbiato”.

Grande Fratello Vip, Bossari si racconta a Verissimo

Poi Daniele Bossari ha confessato di aver ricevuto l’affetto e l’aiuto della compagna Filippa Lagerback e la figlia Stella, di 14 anni: “Una mattina, mi sono guardato allo specchio dopo una notte di pianto e dopo l’ennesimo attacco di panico. Lì mi sono detto ‘Cosa stai facendo?’. Da quel momento, è iniziata la risalita e Filippa e nostra figlia Stella mi hanno ripreso per mano e accompagnato in questo percorso. Filippa ha dovuto sopportare tanto, ha avuto la pazienza e la forza di lasciarmi libero, aiutandomi però con tutte le sue forze. Ora ci siamo riuniti, rifusi. Fortunatamente questa è una storia a lieto fine”.

Condividi post:
Loading...
Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.
Articolo creato 7825

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto