Flavio Insinna stasera, 30 maggio a Cartabianca: “Una persona potente contro di me, ho paura”, le dichiarazioni al Corriere

Flavio Insinna sarà ospite di #Cartabianca, il programma di Rai3 condotto da Bianca Berlinguer, in onda stasera, martedì 30 maggio alle 21.15. Nel frattempo, dopo lo stato su Facebook e la diretta con gli estimatori, il noto conduttore di “Affari tuoi” ha rilasciato una intervista al Corriere della Sera, parlando degli attacchi ricevuti da Striscia la Notizia: “Ho una persona potentissima contro di me, che sono solo. E ho davvero paura”, ha esclamato.

Flavio Insinna stasera a Cartabianca, le dichiarazioni al Corriere della Sera

Ma quale sarebbe il motivo di tanto astio da parte di Antonio Ricci? Il conduttore lo spiega nuovamente: “Perché ho avuto l’ardire di condurre un programma che andava nel suo stesso orario, e andava anche bene. E poi perché sono l’unico, insieme a Bonolis e a Fabrizio Del Noce, ad avergli risposto per le rime”. Di seguito Flavio Insinna confessa di essersi molto vergognato dopo aver sentito le sue esternazioni, compreso il tristemente famoso: “Nana di me*da”, nei confronti della concorrente.

Flavio Insinna stasera a Cartabianca, le dichiarazioni al Corriere della Sera

“Pensa che non mi vergogni? – esordisce Flavio Insinna – Mi vergogno ogni minuto di quelle parole. Faccio una lotta quotidiana contro me stesso per essere migliore. Se parlassi sempre bene sarei Kennedy, e non lo sono. Ma c’è una cosa su cui non discuto. Non sarò un buono, ma sono una persona perbene. Alla mia talentuosa squadra di Affari tuoi chiedevo sempre il massimo e certe volte l’ho chiesto male. Un po’ come Mourinho. Me ne scuso e mi vergogno, sì. Ma mi sarei vergognato di più se fossero usciti audio del tipo ‘abbiamo lavorato male, ma sti…, annamosene tutti a cena’”.

Flavio Insinna stasera a Cartabianca, le dichiarazioni al Corriere della Sera

Di seguito, il conduttore confida cosa pensa di chi ha trafugato i suoi audio: “Chiunque mi abbia colpito vigliaccamente l’ha fatto a trasmissione finita per evitare di ritrovarsi il giorno dopo di fronte al sottoscritto, alla Rai, a Endemol, che produceva il programma. E comunque ho avuto messaggi da tutti quelli che hanno lavorato con me, nessuno escluso. Cito per tutti gli operai del programma, che nei loro messaggi hanno ripetuto la parola “paura”, per me e per quello che sta succedendo”.

Flavio Insinna stasera a Cartabianca, le dichiarazioni al Corriere della Sera

Cosa direbbe ad Antonio Ricci? “Gli chiederei ‘che t’ho fatto?’. Perché tutto questo odio? La cosa che più mi preoccupa è il messaggio che passa. Il voler disegnare Insinna, quello che regala la barca ai migranti, quello del discorso di Cartabianca, come il peggiore di tutti. In questi giorni penso spesso a quanti ragazzi si sono mostrati disposti a dare una mano a chi soffre dopo aver ascoltato le mie parole. Se anche solo uno avesse cambiato idea dopo questa campagna d’odio, ecco, quella sarebbe una sconfitta per tutti”. Flavio Insinna intanto, non esclude la politica: “Con la campagna di odio che sto subendo potrei pensarci”.

Condividi post:
Loading...
Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.
Articolo creato 7618

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto