Raffaella Carrà, arrivano le scuse dopo lo sfogo di Lorella Cuccarini: “Spero mi saluti, se dovessimo incontrarci”

Un’amara delusione. Parole forti, quelle twittate qualche ora fa da Lorella Cuccarini tramite il suo account ufficiale rivolte a Raffaella Carrà, alle quali ha fatto seguito un duro sfogo pubblicato sul suo blog e che vi avevamo raccontato proprio questa mattina all’interno di questo articolo. La Cuccarini, dopo l’enorme delusione, si è augurata di non incontrare la Carrà per i prossimi 30 anni, ma la Raffaella Nazionale, come c’era da aspettarsi, non è rimasta in silenzio rispondendo subito al messaggio con toni decisamente più pacati e con le attese scuse del caso. Come nella sua migliore tradizione, dunque.

Il programma della Carrà che vedremo presto in tv, Forte, forte, forte, avrebbe dovuto contemplare la presenza tra i giudici anche di Lorella Cuccarini, poi fatta fuori con un messaggio giunto direttamente dal produttore del talent al manager della showgirl. Nessuna parola dunque, tra Raffaella e Lorella. Grande il rammarico di quest’ultima che si è tradotto in un lungo e duro (quanto comprensibile) sfogo sul web, ma le scuse non sono tardate ad arrivare. “Avrei dovuto chiamarla e non l’ho fatto. Mi dispiace e le chiedo scusa”, ha esordito la Carrà nella stessa mattinata delle polemiche. “Volevo fortemente Lorella Cuccarini come giudice nel nostro programma – ha dichiarato – perché la stimo e per me è una straordinaria e completa showgirl, una autentica rarità nel panorama televisivo italiano”.

Qualcosa però sembra essere cambiato in corso d’opera: “Nel tempo e nel corso delle riunioni è cambiato lo stile della giuria del talent show. Ho sbagliato a non chiamare personalmente Lorella e spiegarle direttamente cosa fosse successo; comunicazione che è invece avvenuta subito tra la produzione ed il suo agente”.

Raffaella Carrà ha quindi terminato il suo messaggio di scuse diretto a Lorella Cuccarini affermando: “Mi dispiace profondamente di non aver fatto questo gesto, anche se ero presa da mille cose avrei dovuto farlo e per questo le chiedo scusa in ritardo. Non ho letto le sue parole perché mi avrebbero ferito tanto e trovo giusto che si sia profondamente offesa. Ora è tardi, ma vorrei che almeno credesse alla mia buona fede: non mi sono divertita a incontrarla per poi non averla come compagna di lavoro. Le auguro il più grande dei successi in teatro e spero mi saluti, se dovessimo incontrarci”.

Condividi post:
Loading...
Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.
Articolo creato 7658

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto