Mistero, Adam Kadmon: le società segrete e la macchina del fango – VIDEO

Immancabile, nella nuova puntata di ieri all’insegna della trasmissione Mistero, andata in onda su Italia 1, lo spazio dedicato alle teorie di Adam Kadmon, l’uomo misterioso vero punto di forza della trasmissione e che ha finora incuriosito i telespettatori presentando le sue idee spesso controverse. Il nuovo avvincente servizio, si è concentrato in particolare sulle società segrete e la macchina del fango, ed è nato in seguito alla richiesta di molti spettatori che hanno scritto a Mistero chiedendo quale fosse la sua posizione rispetto a temi spesso affrontati, quali la Massoneria, gli Illuminati, la politica, le religioni.

“Quando teorizzo crimini commessi contro l’umanità da società segrete o presunte tali, uso sempre l’aggettivo ‘deviate'”, ha spiegato Kadmon nel suo nuovo servizio, intendo quelle società che “tradiscono gli ideali di altruismo e la contribuzione concreta al miglioramento della qualità di vita di tutti gli esseri umani”. Adam ha quindi specificato che, quando parla di società deviate, non si riferisce mai alla Massoneria o agli Illuminati, ma a quei gruppi di persone che ne fanno parte, che si mettono d’accordo tra di loro abusando della loro stessa posizione e del potere di cui sono dotati, per trarne vantaggio a discapito dell’umanità che avevano invece promesso di difendere e aiutare ad evolversi.

Questo fenomeno, però, non riguarderebbe solo le società segrete ma anche gli stessi servizi segreti, le organizzazioni religiose e politiche e le autorità. Kadmon, quindi, è convinto di un principio che vale un po’ per tutti gli ambiti: in qualsiasi tipo di società, ci sono sia persone buone ed oneste che persone che lo sono decisamente meno. “Il vero male, quello assoluto, non funzionale al bene è nella calunnia al proprio avversario alla scopo di dividere”, ha spiegato Kadmon. La stessa parola Diavolo, significa colui che calunnia ai fini di dividere: è solo una coincidenza?

“Migliorare davvero il mondo, ha inizio da noi stessi, dal miglioramento del nostro mondo interiore”: è questo l’invito finale di Kadmon che, a differenza dei precedenti appuntamenti con la sua rubrica, questa volta non ha presentato alcuna teoria.

CLICCA QUI per il VIDEO

Condividi post:
Loading...
Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.
Articolo creato 7808

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto