Ballarò, la copertina satirica di Maurizio Crozza, puntata del 20 novembre – VIDEO

Anche ieri sera è andata in onda una nuova puntata all’insegna del talk show politico Ballarò, condotto sulla terza rete Rai da Giovanni Floris. Immancabile, in apertura, la consueta copertina satirica realizzata dal comico genovese  Maurizio Crozza, che anche in questa undicesima puntata ha affrontato i temi caldi degli ultimi giorni. Crozza si è presentato vestito da sceicco intenzionato a comprarsi l’Italia.

Primo “bersaglio”, è stato Matteo Renzi, ospite della puntata di ieri sera e presente in studio: “A noi Renzi piace molto. Andiamo ghiotti noi di Renzi. Ha solo un piccolo difetto: va troppo poco in televisione”. Da qui, la lista di tutti i programmi in cui Renzi è presente, compresi i film porno. Altra vittima del comico, Bruno Tabacci, anche lui presente in studio e che non sembra rientrare nei gusti del popolo arabo: “Tabacci no, noi compriamo tutta Italia, ma Tabacci no. Tabacci è come piramide con neve dentro. Prima volta che la vedi dici bello. Poi la butti, non serve a niente”.

Ed ancora sul leghista Tosi: “Bello, noi piace Tosi, grande amico di popolo arabo”. Tolti i panni di sceicco, sempre rivolgendosi a Tosi, Crozza ha poi aggiunto: “Se arrivano gli arabi e ci salvano dalla bancarotta, dobbiamo imparare a pregare tre volte al giorno come loro”. Poi tranquillizza: “Gli arabi, non voglio venire in Italia: la benzina costa troppo”. In realtà, gli sceicchi vogliono comprare solo Vendola, perchè “anche per gli arabi Vendola parla arabo”.

L’attenzione di Crozza si è poi spostata alle primarie del centrodestra con dieci candidati: “Ma vi rendete conto che per fare il confronto in tv non bastano tutti i candidati di Sky?”. Ma il comico, ha la spiegazione logica di come si svolgeranno le primarie del Pdl: “Nel primo turno scelgono gli elettori, nel secondo turno Berlusconi”.

Dopo aver aperto una breve parentesi su Samorì, Crozza ha concluso la sua copertina spostando l’attenzione sul sequestro del ragioniere Spinelli, contabile di Berlusconi: “Ghedini e Berlusconi hanno telefonato alla Boccassini per avviare le indagini. E’ come se Marchionne andasse da Landini e gli chiedesse: Hai mica degli operai polacchi che lavorano in nero?”.

A seguire, il video della copertina satirica di Maurizio Crozza, della puntata di ieri di Ballarò.

Condividi post:
Loading...
Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.
Articolo creato 7796

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto