Articolotre: sogni truffati

Si sa che non è sfregando la lampada di Aladino che i sogni si avverano, ma nemmeno affidandosi a un certo Alessio Sundas, titolare di un’agenzia di moda.

Articolotre apre una nuova puntata dedicata ai sogni, con la testimonianza, tra le altre, di una cittadina italiana attratta dal mondo dello spettacolo, che incappa in un’agenzia, quella di Sundas, e perde circa 2 mila euro, i soldi chiesti da questo agente per realizzare book fotografici da utilizzare come presentazione della giovane.

Adulti e ragazzi nella trappola di Sundas sembrano abboccare come pesci alle promesse dell’agente: succede infatti anche a un padre di famiglia di perdere mille euro, per essersi rivolto a Sundas col sogno di una pubblicità per il figlio piccolo.

Indagato a seguito di denunce da parte dei truffati, Alessio Sundas è stato condannato, dal tribunale di Firenze, in primo grado per truffa a una pena di tre anni e quattro mesi di carcere, e deve risarcire gran parte dei clienti, ma, colui che ha lanciato una linea di jeans col nome del Rom che ha ucciso persone innocenti in un incidente stradale in Italia anni fa, non si è fermato. Sundas, infatti, continua il proprio lavoro, e sul sito si legge che non si occupa più di book fotografici. Non basta. La sfacciataggine dell’agente televisivo lo porta ad affermare al telefono, intervistato da un giornalista del programma di Rai Tre, che : “Sono riuscito a far diventare star dei criminali. [..] Vai a vedere sul sito le cose belle che ha fatto questo ragazzo”.

In questa vicenda da una parte il legale di Sundas difende il proprio assistito, affermando che sul sito era ben visibile a tutti che si chiedevano pagamenti per i book, dall’altra parte Federconsumatori reclama il risarcimento dei cittadini truffati anche per danno esistenziale.

I consigli di avvocati e Federconsumatori, riguardanti questo tipo di situazioni, sono di domandare più  informazioni possibili e chiarezza a queste agenzie, anche perché non si deve pagare per lavorare.

Tra i molti sogni esiste anche quello di arredare la propria casa, e spesso ci si rivolge a marchi famosi nel settore come Aiazzone, ricordato per il noto slogan “provare per credere”. Il mobilificio deve rimborsare, ad oggi, migliaia di clienti, i quali attendono da mesi la cucina, il tavolo da pranzo, le sedie. La gestione dell’azienda è cambiata da circa tre mesi, passando a Palmedia, che assicura di recapitare tutti i mobili rimasti da consegnare entro il 31 dicembre p.v.

Ultimo caso di Artcicolotre, lascia l’amaro in bocca, soprattutto ai pazienti del dott. Gianfranco Fiorita, dentista di Viterbo, molti dei quali hanno pagato con anticipo, tramite finanziaria, le cure dei denti. Fiorita sembra essere scappato, e l’Ordine dei Dentisti ha aperto una procedura contro lo stesso, anche perché il professionista avrebbe truffato colleghi viterbesi, partiti per uno stage di formazione in Bolivia, organizzato da Fiorita, versando al dottore gli anticipi per il viaggio.

Condividi post:
Loading...
Articolo creato 49

3 commenti su “Articolotre: sogni truffati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto