E’ guerra tra “La Pupa e il Secchione” e “Miss Italia”

Che La Pupa e il Secchione, il reality show di Italia 1 condotto da Enrico Papi e Paola Barale, sia stato spesso al centro delle critiche, è ormai risaputo. Non era ancora partita questa esilarante seconda edizione del programma, che già avevano preso piede copiose critiche contro un format che andrebbe a penalizzare l’immagine della donna ma, diciamola tutta, anche quella dell’uomo. Avvenenti ragazze prive di cultura, alle prese con i loro corpi e con gli imbranati secchioni, “cervelloni schiavizzati” dalle loro colleghe di avventura.
Ed ecco che le polemiche si scatenano, aprendo veri e propri dibattiti anche all’interno stesso del programma, con la presenza di esperti pronti a confermare la sincerità delle pupe, smentendo il minimo dubbio tra gli spettatori ancora fiduciosi di scoprire che, in realtà, l’ignoranza insita nelle ragazze sia più che reale.

Una delle ultime critiche, giunge proprio da chi, da sempre, ha cercato di eliminare ogni minima forma di eccessiva spettacolarizzazione all’interno dei suoi programmi, preservandoli dalla nomina di “tv trash”, anche se, bisogna ammetterlo, nell’ultima edizione del suo show ballerino (Ballando con le Stelle), il rischio è stato elevato (e ci riferiamo ai tira e molla che hanno coinvolto il capriccioso Lorenzo Crespi).

Lei è Milly Carlucci, volto fisso del concorso di bellezza Miss Italia, che si accinge a preparare la nuova edizione della celebre kermesse. Intervistata dal settimanale Top, la conduttrice non ha saputo trattenere il suo malcontento nei confronti di un format che di “educativo” e “nobile” avrebbe veramente poco, ed ovviamente il confronto con l’evento nazionale di Miss Italia, non riesce a reggere nemmeno per un istante.

Il messaggio televisivo che La Pupa e il Secchione andrebbe a trasmettere, per la celebre conduttrice “rasenterebbe il fumetto”. Un messaggio certamente non confortante per le tante ragazzine che guardano il programma di Italia 1, in cui l’immagine della donna risulterebbe sfalsata e caricata fino all’eccesso.

Credo ci sia una estremizzazione fino alla banalizzazione del sesso,

tuona la Carlucci che difende a spada tratta il concorso di Salsomaggiore:

Le ragazze che scegliamo a Miss Italia devono fare esclamare gli stranieri che guardano il concorso: “Ammazza come sono belle e interessanti le italiane!”.

La guerra tra i due mondi è ufficialmente aperta!

Condividi post:
Loading...
Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.
Articolo creato 7548

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto