20 anni che siamo italiani, Emma e Insinna tra gli ospiti di Gigi D’Alessio e Vanessa Incontrada

06/12/2019 di Emanuela Longo

20 anni che siamo italiani

Secondo appuntamento con lo show del venerdì sera di Rai1, 20 anni che siamo italiani. La nuova puntata con Gigi D’Alessio e Vanessa Incontrada è in programma per questa sera, venerdì 6 dicembre, dalle ore 21.20 circa. Dopo l’ottimo risultato in termini di ascolti della passata settimana, anche stasera non mancherà un ricco parterre di ospiti che si alterneranno nel corso della trasmissione, insieme ai due padroni di casa che divertiranno ed emozioneranno il pubblico da casa con il racconto dei loro primi 20 anni da italiani. Ecco quali sono le anticipazioni di oggi.

20 anni che siamo italiani, anticipazioni seconda puntata

Sul palco con i due conduttori si alterneranno Emma, Flavio Insinna, Alessio Boni, Marco Masini, Michele Placido, Rocío Muñoz Morales, Ficarra e Picone e Achille Lauro. Insieme, attraverso aneddoti, momenti divertenti e duetti, accompagneranno i telespettatori in un viaggio fatto di sorrisi, riflessioni, musica e spassosi imprevisti.

La grande orchestra, composta da 26 elementi e diretta da Adriano Pennino, sarà il centro musicale dello spettacolo, e non solo. Saranno tante le sorprese canore che uniranno Gigi e Vanessa, insieme ad artisti che in questi ultimi due decenni sono diventati punto di riferimento per molti giovani e da questi sono stati riscoperti.

Non mancheranno poi momenti celebrativi e di riflessione, il tutto avvolto in un’atmosfera leggera e vivace che renderà lo show unico e originale. I telespettatori da casa saranno chiamati a partecipare al racconto, con l’hashtag #20AnniCheSiamoItaliani, ciascuno ricordando sui social i propri ultimi vent’anni.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI