Amici 17, le fotografie dei ragazzi in versione spazzini: ecco cosa è successo dopo la punizione

Dopo una festa troppo movimentata tenutasi nel residence dove gli allievi di Amici 17 sono ospitati, Maria De Filippi ha voluto impartire ai ragazzi del suo talent show una bella lezione. Il settimanale Spy pubblicherà in esclusiva, nel numero in edicola da domani, venerdì 19 gennaio, le immagini dei ragazzi intenti a spazzare le strade di Roma. Ma cosa è successo in dettaglio? Lo scorso sabato pomeriggio, la conduttrice in diretta ha dovuto punire gli allievi.

Amici 17, le foto dei ragazzi in versione spazzini

Per questa festa organizzata senza permesso, quattro ragazzi (il cantante Biondo, e i tre ballerini Vittorio, Filippo e Nicolas) sono stati sospesi e dovranno ora sostenere un esame di riammissione, in cui dovranno dimostrare di meritare il posto nella scuola di Amici 17, in attesa del serale 2018. Per tutti gli altri, invece, la collera di Maria De Filippi: “Non vi siete attenuti alle regole, se mio figlio si fosse comportato come voi, non sarei felice” e il diktat: “Andate a lavorare! Pulirete le strade di Roma”.

Dopo il via libera della sindaca Virginia Raggi, con tuta arancione d’ordinanza e ramazza, come rivela il settimanale Spy, i ragazzi della scuola di Amici 17 hanno iniziato a pulire le strade e a smaltire i rifiuti. Ma questa uscita punitiva non sarà un’esperienza di una sera e basta, dato che l’idea della De Filippi è quella di dar vita a un vero corso di rieducazione civica… “È stata un’iniziativa pensata – ha dichiarato la conduttrice intervistata dal Corriere della Sera – Per questo, era giusto insegnare loro il rispetto della disciplina necessaria per il mestiere che vogliono imparare, regole di vita che segue chiunque si ponga un obiettivo. Quando è successo questo casino abbiamo deciso di dare loro una punizione”.

Ecco perché Maria non ha svelato cosa è successo

Di seguito, Maria De Filippi ha spiegato perché non ha descritto l’accaduto durante la puntata del sabato di Amici: “Perché riguarda ragazzi di 20 anni. E va bene che sono fortunati, che hanno a disposizione lezioni di canto, ballo, assistenza medica, vitto e alloggio e uno stipendietto a fine mese. Ma hanno 20 anni e la televisione resta una grande lente di ingrandimento che può etichettare cose che, se fossero successe in famiglia, sarebbero rimaste in famiglia. Loro si sono rivolti a me per cantare e ballare, non perché racconti quello che è successo, e rispetto questa volontà. Ma con loro, privatamente, sono entrata assolutamente nel dettaglio”.

Seguici e condividi!
Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.
Articolo creato 6812

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Condividi