Petrolio, nella seconda serata di oggi su RaiUno con Duilio Giammaria: prima puntata Operazione Grande Bellezza

Subito dopo la nuova puntata de Il Commissario Montalbano, la seconda serata di RaiUno si animerà grazie all’avvio della nuova edizione di Petrolio, il programma di approfondimenti che vede alla conduzione Duilio Giammaria ed in onda a partire dalle ore 23:30 circa. Al centro di ogni appuntamento, il racconto delle grandi ricchezze del nostro Paese, il tutto in modo alternativo sottolineando quali sono le sfide che l’Italia deve affrontare per liberare il suo ‘petrolio’. Perché il nostro è un Paese ricco di risorse – idee, storie e soluzioni – e potenzialità ma soprattutto consapevole di averle.

La prima puntata di Petrolio, in onda stasera 25 agosto 2014 nella seconda serata di RaiUno prende il titolo di Operazione Grande Bellezza e vedremo il padrone di casa pronto a condurre i telespettatori in un appassionante viaggio alla scoperta delle grandi bellezze italiane, come se fosse una caccia al tesoro tra i beni culturali ed artistici del nostro Stivale. Il viaggio si snoderà così da Ercolano a Pompei, da Villa Adriana al Colosseo, passando per Firenze e soffermandoci sul progetto ‘Grandi Uffizi’ messo in atto dal neo sindaco Dario Nardella.

A chiuderà la prima puntata di Petrolio sarà Reinhold Messner che nell’ultima tappa dell’affascinante viaggio tutto italiano in Trentino, ci racconterà del successo registrato dai suoi musei ad alta quota. Ed a proposito di musei, come mai spesso questi restano vuoti nel nostro Paese? A fornirci una risposta sarà un ulteriore protagonista della puntata di oggi, Marco Presta, che ci illustrerà la sua fantasiosa ed ironica ‘ricetta’ come soluzione al problema.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *