Moreno Donadoni feat. Antonio Maggio, L’interruttore generale (canzone d’autore) – TESTO e VIDEO

Se metti insieme Moreno Donadoni, vincitore di Amici 12 e Antonio Maggio, estroso cantautore vincitore della prima edizione di X Factor insieme agli Aram Quartet e vincitore delle Nuove Proposte di Sanremo 2013 con Mi servirebbe sapere esce fuori una divertente hit di successo dal titolo L’interruttore generale (canzone d’autore), terzo estratto di Incredibile, il secondo album del rapper genovese dopo Sempre sarai con Fiorella Mannoia e Prova microfono.

La canzone in rotazione radiofonica dal 18 luglio e fuori con il videoclip ufficiale dal 25 in anteprima sul sito del Corriere è un omaggio ai cantautori di un tempo: “Abbiamo pensato ai grandi cantautori che hanno fatto la storia della musica italiana: che cosa direbbero di noi rapper?”. Da Fabrizio De André a Francesco De Gregori, Luigi Tenco, Lucio Dalla e Domenico Modugno. Quello che ne esce è una canzone allegra e celebrativa che vuole evidentemente dare risalto al nuovo che avanza supportato comunque da ciò che ha fatto la storia della musica italiana.

Antonio Maggio se la cava bene e si fonde perfettamente con Moreno e le sue rime sempre al punto giusto, quasi si cucisse addosso ogni volta un vestito diverso per ogni pezzo da proporre. Pezzo promosso che sicuramente si trasformerà in un tormentone che però non farà male. E’ cosa buona e giusta che i giovanissimi (grandi estimatori di entrambi i cantanti) sentano nomi come quelli di Tenco e De Andrè; i cantautori esistevano molti anni fa ed esistono ancora, un salto nel passato è sempre un toccasana per il cuore e l’amore per la buona musica.

A seguire TESTO e VIDEO del pezzo.

Volano soffrendo, le parole al vento prova fu che l’uomo se ne innamorò l’interruttore generale! Signor sì signore uno due, uno due infatti noi due siamo Moreno e Antonio Maggio ce lo date un passaggio?

Salta sul carro dei vincitori non fare errori o potresti restare fuori se ci hanno definito i nuovi cantautori so già che dall’alto guardano i migliori e ci penso quando passo in via del campo ma sono di Genova ci penso a priori ne vale in generale.

Questo pezzo piace anche al generale di De Gregori di venerdì mugugno di sabato c’ho il grugno e di domenica ascolto Domenico Modugno.

La testa non si monta si fascia e quello che ti segna ti lascia.

Lividi, bisogna avere tanti lividi e dei reati ipotizzabili e pene più severe da scontare fatico, dovendo fare un po’ l’enfatico ho prediletto il lato ironico che abbiam finito la disperazione

L’interruttore generale e generale e generale e generale e generale in generale non si è spento l’interruttore generale e generale e generale e generale in generale è un po’ appannato me lo sento

L’interruttore generale non si è spento e quando passo pure il generale attento e attento al lupo lo diceva Lucio e non lo diceva il lupo Lucio mi contengo a casa non mi ascolto la techno a casa non ho preso una casa con tecnocasa mi ascolto Tenco che Tenco mi gasa.

Mi dà più emozioni il mio canto libero, libero da espressioni io tu noi tutti subiamo pressioni ma quando mi manca la pazienza all’apparenza ti impressioni non me ne vado no fino a che non ho le scarpe consumate come Van Gogh va un tot questa roba la fai anche tu addosso oltre i tattoo ho lividi, bisogna avere tanti lividi ed elevare i tassi alcolici magari poi mi viene l’estensione limiti, guarda che ognuno c’ha i suoi limiti che fanno danni irreparabili e mi hanno detto che c’è confusione (Questa l’ho già sentita)

L’interruttore generale e generale e generale e generale e generale in generale non si è spento l’interruttore generale e generale e generale e generale in generale è un po’ appannato ma lo sento.

L’interruttore generale e generale e generale e generale e generale in generale non si è spento l’interruttore generale e generale e generale e generale in generale è un po’ appannato.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *