Striscia La Notizia dal 22 settembre 2014 con Leonardo Pieraccioni e Maurizio Battista: e la satira?

Striscia La Notizia cambia conduttori. Ci sarà da ridere, o forse no… dipende dai punti di vista. Dal 22 settembre Leonardo Pieraccioni sarà al timone del TG satirico di Antonio Ricci. Dopo i ‘successoni’ al botteghino, il regista e attore toscano torna in pista ma in TV e indovinate con chi? Con Maurizio Battista, eh già. Dopo averlo letto su Chi, il settimanale diretto da Alfonso Signorini, lo conferma anche lui su Facebook, scrivendo: “Dal 22 settembre mi divertirò col mio amico Maurizio Battista a condurre per una settimana Striscia la Notizia. Stiamo cercando di convincere Ceccherini a NON venire a fare il velino. Sarà dura, noi siamo in diretta e lui conosce tutte le entrate secondarie degli studi milanesi”.

Ceccherini, ecco un altro che fa ridere (?) e, proprio in merito al duo, la coppia Pieraccioni-Ceccherini nel 2005 ha condotto una sola puntata di Striscia portandosi a casa un risultato proprio niente male: 8.190.000 di telespettatori per il 27.88% di share. Pieraccioni a settembre riuscirà ad ottenere gli stessi risultati? Io la vedo molto dura in quanto credo che Striscia La Notizia abbia davvero bisogno di una profonda rispolverata che lo allontani dalla TV anni ’80-’90 e lo renda un programma dei giorni nostri.

Successivamente, dopo Leonardo Pieraccioni e Maurizio Battista sarà nuovamente la volta di Piero Chiambretti e Michelle Hunziker (che – tra le altre cose – condurrà anche una puntata di Zelig insieme a Rocco Papaleo). Debutto dietro il banco di Striscia solo per il comico romano Maurizio Battista, riuscirà a strapparci almeno una risata? E non vale l’accento romano, perché quello fa ridere di default, ma poi nella sostanza la satira dov’è? Noi l’attendiamo con ansia.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *