Yara Gambirasio, speciale di Sky Tg24 in onda stasera su Cielo: Yara, Dna di un delitto

Da alcuni giorni i riflettori sono tornati ad accendersi sul caso della piccola Yara Gambirasio, la ragazzina di 13 anni scomparsa nel 2010 e ritrovata dopo alcuni mesi senza vita in un campo nelle vicinanze del suo paese di origine, Brembate di Sopra, in provincia di Bergamo. Tanti gli aggiornamenti nelle ultime ore, e numerosi i servizi tv dedicati al caso che proprio da qualche giorno avrebbe anche un responsabile. Si tratta di Giuseppe Bossetti, muratore 44enne della zona e padre di tre bambini, il quale sarebbe stato incastrato proprio dalle tracce di DNA ritrovate sul corpo della povera Yara Gambirasio.

Proprio a proposito delle tracce di DNA, l’uomo avrebbe giustificato la loro presenza sul corpo di Yara riferendosi al cantiere di Palazzago nel quale lavorava. La spiegazione fornita da Bossetti, presunto assassino di Yara Gambirasio, farebbe riferimento ad una perdita di angue dell’uomo, a causa di un probabile infortunio o di un’emorragia nasale della quale soffre, finito successivamente sugli attrezzi di lavoro che gli sarebbero stati sottratti prima della morte di Yara.

Alla luce degli ultimi risvolti e delle recenti rivelazioni investigative, stasera 1 luglio in seconda serata dalle ore 23:00 ed in esclusiva su Cielo (Canale 26 del digitale terrestre) andrà in onda uno speciale realizzato da Sky Tg24 e dal titolo Yara, Dna di un delitto. Nel corso della serata incentrata sul caso di Yara Gambirasio, saranno ripercorse le tappe più importanti della lunga indagine giunta di fatto ad una svolta decisiva.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *