Non è mai troppo tardi, la mini fiction di RaiUno con Claudio Santamaria su Alberto Manzi: stasera la prima parte

Dopo essere salito sul palco dell’Ariston, ospite della passata edizione del Festival di Sanremo, l’attore Claudio Santamaria, questa sera lo ritroveremo protagonista della fiction in due puntate, Non è mai troppo tardi, che si concluderà domani sera su RaiUno, a partire dalle ore 21:10 circa. Santamaria, vestirà i panni del celebre maestro Albero Manzi, uno dei protagonisti della nostra Italia negli anni ’60, quando il tasso di analfabetismo nel nostro Paese raggiungeva livelli molto alti.

Sin da giovanissimo Manzi non ha mai nascosto il desiderio di diventare professore, sogno che si concretizzò seppur non rispettando esattamente le sue aspettative. Siamo nel 1946 ed il sogno di diventare insegnante per Manzi si concretizza con la cattedra che gli fu assegnata, l’unica disponibile, ovvero quella del carcere romano Aristide Gabelli, dove il giovanissimo Alberto dovrà vedersela con una novantina di ragazzi tra i 9 ed i 17 anni, difficili da gestire, avendo già fatto scappare prima di lui ben quattro professori.

Ma Manzi, non è come tutti gli altri professori e di questo se ne accorgeranno i suoi ragazzi problematici, che impareranno molto presto a leggere e scrivere, realizzando anche il primo giornalino in un carcere d’Italia. Siamo appena all’inizio della rivoluzione che molto presto scopriremo ad opera del maestro Manzi e che si concretizzerà meglio nella seconda puntata della miniserie di RaiUno in onda domani sera.

Questa sera, la puntata terminerà con la fine dell’anno scolastico e, in contemporanea, il ricevimento di un nuovo incarico che il maestro Manzi non potrà proprio rifiutare: ma come dirlo ai suoi ragazzi, i quali ormai sono riusciti ad avere piena fiducia di lui in quanto uomo prima ancora che insegnante? L’appuntamento con la prima parte di Non è mai troppo tardi è per questa sera, alle ore 21:10 sulla prima rete di casa Rai.

Seguici e condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *