Sanremo 2014: Belen Rodriguez commenta il Festival con Gabriele Parpiglia, su RTL 102.5

Martedì 18 febbraio inizierà ufficialmente la 64esima edizione del Festival di Sanremo, condotto per il secondo anno consecutivo da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto. Tante le novità, tanti gli ospiti e le collaborazioni speciali, a cominciare da Pif, al quale è stato affidato il compito di strutturare a suo modo il Pre Festival. Tra gli altri, anche un gradito ritorno, quello di Belen Rodriguez che, nel 2011 ha co-condotto il Festival insieme a Elisabetta Canalis e Gianni Morandi ma non solo, giusto per non farsi mancare mai nulla, l’anno successivo ha preso parte alla prima serata, sostituendo Ivana Mrazova a letto per una cervicalgia.

Belen non sarà presente fisicamente sul palcoscenico (niente battute sulla “farfallina” perché hanno stufato!) ma seguirà la kermesse da lunedì 17 febbraio, all’esterno del Teatro, insieme a Nicoletta e il giornalista Gabriela Parpiglia, nel corso di Password, il programma in onda sulle frequenze di RTL 102.5 dalle 17, alle 18. In riferimento alla sua passata esperienza al Festival, Belen ai microfoni di 102.5 ha commentato: “Penso sia stata la mia più grande esperienza televisiva, senza offesa per nessuno. Quel palco ha un’energia assurda e inspiegabile, è imbarazzante l’energia che ti trasmette quando lo calpesti”.

La postazione di RTL 102.5 sarà proprio accanto al Teatro, pronta ad accogliere artisti in gara ed ospiti. Inoltre, ci sarà anche il gradito ritorno della Gialappa’s Band pronta a commentare con Noi dire Sanremo dalle 21 fino alla fine di ogni serata. Appuntamenti imperdibili, per una nuova edizione della kermesse, che si preannuncia più contemporanea che mai, anche se, i vari sondaggi, premiano già i grandi “classici” della musica italiana, come Francesco Renga.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *