The Walking Dead 4: le dichiarazioni di Andrew Lincoln, interprete di Rick Grimes

Manca ormai poco. Solo qualche altro giorno di attesa e The Walking Dead tornerà in onda con gli episodi della quarta stagione. L’appuntamento, come saprete, è fissato per il 9 febbraio con un episodio in cui vedremo principalmente le (dis)avventure di Rick Grimes e suo figlio Carl. Proprio l’attore che interpreta Rick, Andrew Lincoln, in questi giorni ha rilasciato un’intervista a Entertainement Weekly, in cui ha parlato degli episodi futuri.

“Sono molto contento dei restanti otto  episodi, i quali sono molto innovativi. Adesso vedrete i protagonisti sotto una luce completamente nuova. Molti si troveranno in situazioni tremende” ha detto Lincoln per poi proseguire:  “Questi episodi mi ricordano molto la prima stagione, perché adesso i personaggi sono di nuovo da soli, e quindi molto più vulnerabili. E ora che sono separati gli uni dagli altri realizzano come la loro famiglia stia morendo”.

L’interprete di Rick Grimes ha poi parlato di una questione che sta molto a cuore ai fan dello show, vale a dire sapere se la piccola Judith abbia realmente perso la vita durante l’attacco alla prigione voluto dal Governatore. “Non c’è più. Penso, come anche voi avete visto nell’episodio, che non c’è più. Questo è il sentimento che provano Rick e Carl”. Andrew Lincoln parla poi di Hershel, giustiziato davanti a Rick Grimes nel midseason finale.

L’attore lo definisce come un padre e un mentore, una guida spirituale per tutto il gruppo. La sua morte influenzerà molti personaggi. In particolar modo, vedremo Rick, nel nono episodio, come un uomo realmente spaventato dopo moltissimo tempo. Spaventato non solo per se stesso, ma soprattutto per suo figlio Carl. “È veramente debole – dichiara Andrew Lincoln – e questo lo rende aggressivo nei confronti del figlio perché ha paura. Fisicamente è debole, spiritualmente è perso, mentalmente non sa da dove iniziare perché ha appena visto crollare la sua casa. È nel peggior posto in cui sia mai stato”.

Da queste dichiarazioni capiamo bene lo stato in cui ritroveremo il nostro Rick. Ancora una volta il leader si ritroverà a ricominciare tutto da zero e la cosa più difficile sarà ritrovare la forza per reagire.

Seguici e condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *