Rita Dalla Chiesa e la nostalgia di Mediaset: “Se tornassi indietro non rifarei la stessa scelta”

Dopo aver lasciato la trasmissione con la quale era stata identificata, Forum, Rita Dalla Chiesa è approdata la scorsa estate a La7, passando il testimone a Barbara Palombelli alla conduzione del tribunale più celebre del piccolo schermo, in attesa di un suo rinnovato ritorno in tv che però, ancora non è avvenuto. Oggi, in un’intervista a Libero, l’ex conduttrice Mediaset ha manifestato la sua nostalgia ma anche la mancanza del contatto stretto con il pubblico che la ama.

“Grazie all’affetto e al sostegno della mia famiglia, degli amici e del pubblico mi sono riscoperta, ma se tornassi indietro non rifarei la stessa scelta”, ha esordito la Dalla Chiesa, in merito alla decisione di dire addio a Mediaset, dopo 30 anni di onorato servizio. “La proposta avanzata da La7 era allettante. Mi sembrava una bella ipotesi di cambiamento, interessante e stimolante”, ha poi aggiunto, spiegando così i motivi che l’hanno spinta a dare una svolta radicale alla sua vita ed alla sua carriera.

Dopo intensi mesi di lavoro su La7, però, il suo progetto, il quale inizialmente aveva anche un nome, non è andato in porto. Una delusione che, in qualche modo, ha portato Rita a rivedere la sua scelta che, con ogni probabilità, ammette oggi, non rifarebbe: “Ho capito che quando cadi, se cadi dall’alto, puoi farti molto male”.

Ovviamente la mancanza della tv e del suo pubblico inizia a farsi sentire con prepotenza, anche se Rita ammette di aver trovato, proprio sui social il grande affetto dei telespettatori che per anni l’hanno seguita con costanza e fiducia. Ma in merito ai colleghi? “Tante conferme, alcune sorprese, pure qualche delusione. Quelle che consideravo amiche lo sono state anche in questa occasione e mi riferisco, per esempio, ad Antonella Clerici, Mara Venier o le sorelle Parodi”, confessa Rita su Libero.

Questo periodo lontana dalla tv, però, in qualche modo è stato per la conduttrice salutare: “Questo stacco ha permesso che potessi confrontarmi con me stessa, che scoprissi di avere una forza dentro di me di cui non ero a conoscenza. Se dovessi tornare a lavorare in tv avrei forse maggiore leggerezza”.

Rita oggi sogna di lavorare nel daytime – “Non sono una donna da prima serata” -, anche nuovamente in casa Mediaset: “Non ho preclusioni, ma ho un contratto biennale con La7. Se mi trovassi di fronte a una scelta e tra le alternative ci fosse Mediaset, non avrei dubbi”.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all’Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *