Sanremo 2014, ospiti e cachet: sfumano Alicia Keys e Kylie Minogue; ecco i rumors e le certezze

All’esordio della nuova edizione del Festival di Sanremo 2014 manca sempre meno ma, dopo aver delineato la rosa ufficiale dei cantanti, l’attenzione per il momento è tutta concentrata sugli ospiti della kermesse musicale condotta anche quest’anno da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto. Alcune certezze, in realtà, sembrano comunque esserci, ma sono superate dai rumors dell’ultima ora che saranno destinati a moltiplicarsi con l’avvicinarsi della data di inizio della manifestazione canora, in scena dal 18 al 22 febbraio 2014.

Le trattative con alcuni ospiti proseguono e, dopo la conferma della presenza di Raffaella Carrà, stando a Paolo Giordano per il quotidiano Il Giornale, potrebbe esserci anche il ritorno di Laetitia Casta, che potrebbe bissare la conduzione al fianco di Fazio già realizzata nell’edizione del 1999. Attesa la presenza dell’amico e cantante Claudio Baglioni nella serata del giovedì, mentre il venerdì sarà la volta di Gino Paoli che ieri, durante la trasmissione Un giorno da Pecora ha confermato: “Andrò a cantare con Danilo Rea e faremo un omaggio ai miei amici Bindi, Tenco, Lauzi e De André”.

Saltate a quanto pare le trattative per un possibile duetto tra due star della musica italiana ed internazionale, ovvero Giorgia ed Alicia Keys, mentre diventa sempre più improbabile la presenza di Laura Pausini, impegnata a San Paolo in Brasile, tappa del suo tour mondiale. Stessa cosa possiamo dire di Jovanotti, anche lui impegnato all’estero, a New York, in concomitanza con il Festival, anche se non è da escludere un collegamento video.

Nessuna notizia ufficiale, per il momento, anche per quanto riguarda i grandi ospiti internazionali, vera attrattiva del Festival di Sanremo. Al momento, sembra essere calato il massimo riserbo in merito alle trattative per avere sul palco dell’Ariston Paul McCartney il quale avrebbe richiesto un cachet da capogiro della cifra di 800 mila euro, chiaramente respinto. Stessa sorte, pare, per Roger Waters dei Pink Floyd, la cui richiesta di compenso si aggirerebbe attorno ai 300 mila euro rendendo quindi la sua presenza sempre più improbabile.

Quasi sicura invece la presenza di Paolo Nutini che andrebbe quasi a confermare la tendenza messa in atto, per questo Festival, dal padrone di casa Fazio, che mira ad una kermesse piuttosto sobria. Anche per questo non sarebbe stata presa in considerazione la possibile partecipazione di Kylie Minogue all’Ariston a semplice rimborso spese avendo un disco in uscita.

Niente da fare anche per Damon Albarn, ex Blur, mentre ancora qualche speranza per Bruno Mars o George Michael, quest’ultimo a rimborso spese in vista del suo nuovo album in uscita a metà marzo. C’è poi chi spera nella presenza di Cat Stevens, mentre per quanto riguarda il possibile ospite comico dell’edizione, c’è chi punta su Enrico Brignano che, mettendo da parte la politica, eviterebbe in tal modo il polverone della passata edizione sollevato contro Maurizio Crozza.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all’Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *