Mara Maionchi all’Arena di Giletti vs Valerio Scanu: “Non ti sei aiutato a sufficienza non recepisco una novità”

Questo pomeriggio All’Arena di Massimo Giletti, mezz’ora prima di passare la linea alla Domenica In di Mara Venier c’è stato spazio per parlare di Sanremo 2014, la nuova edizione condotta nuovamente da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto. Il conduttore di Che tempo che fa, tra l’altro ha spiegato ai microfoni della Rai che la scelta di non avere degli ex talent non era qualcosa di studiato a tavolino, ma è semplicemente accaduto.

Ospiti in studio, Valerio Scanu, Mario Luzzatto Fegiz, Mara Maionchi e Paolo Giordano. Massimo Giletti ha chiesto a Valerio come mai ha sollevato la polemica legata alle case discografiche che prima usano per bene gli ex talent e, una volta “spremuti” per bene li getta in un angolo. Peccato però, che Valerio, nonostante abbia sollevato un tema molto importante non abbia avuto molto modo di spiegare il suo punto di vista: “Io ho parlato del mio caso, a me ed è andata così” ha quindi spiegato Scanu.

Fegiz ha semplificato, affermando: “Siete dei prodotti in divenire, come una torta che lievita… uno ne assaggia un po’ ma poi il mal di pancia è assicurato”, ma Valerio ovviamente non d’accordo ha spiegato che le discografiche gestiscono anche la parte manageriale dell’artista e, l’investimento maggiore è quello di farlo crescere: “Se la discografica non crede nel tuo progetto… chi fa i miei interessi?”, il tutto è stato minimizzato chiedendo: “Tu hai detto di non avere un bel carattere…”. E questo, di grazia, cosa c’entra?

Di contro, Giletti ha parlato con Mara Maionchi in quanto, la produttrice lo aveva rifiutato ad X Factor suggerendogli di studiare, crescere e conoscere: “Gli avevo detto di fare un po’ di cose, siete voi che determinate la vostra vita… se aiuti la casa discografica c’è un connubio che dà risultati. Mengoni quando è uscito ha lavorato tanto su se stesso ed è migliorato”, ha quindi concluso la Maionchi.

Per poi tirare fuori dal cilindro una vecchia polemica legata probabilmente ad Amici Big, che attualmente, perdonatemi mi sfugge, anzi, se qualcuno vuole riassumerla attraverso i commenti ve ne sarei grata. Quello però che mi è arrivato è stato una sorta di leggero “astio” da parte di Mara e, anche qui, correggetemi se sbaglio. La Maionchi infatti, pare aver detto a Scanu ai tempi qualcosa del tipo: “Io ci sarò ancora quando tu non ci sarai più” per poi dichiarare: “Non ti sei aiutato a sufficienza…”.

Valerio ha quindi cercato di spiegarsi, affermando: “Io non mi sento non acculturato, sono più quelli che hanno successo che lo basano sulle esperienze di vita… non penso che Vasco Rossi sia laureato in Lettere e filosofia, l’ultimo disco me lo sono scritto e autoprodotto” per poi ribadire: “Me ne sono andato io dalla casa discografica, non mi hanno mollato! E’ stata mia la scelta… io credo in me stesso a differenza di un percorso precedente”.

Successivamente, Massimo Giletti si è chiesto come mai ex vincitori di talent show come Emma Marrone e Marco Mengoni hanno successo e persone come Marco Carta e Valerio Scanu fanno fatica. Il cantante de La Maddalena ha esclamato: “Sono più appoggiati…”, e anche Paolo Giordano ha supportato questo discorso: “Mengoni ha avuto una squadra su cui contare…”.

In ultimo, sono stati mandati in onda una 30ina di secondi del singolo Sui nostri passi, apripista del CD autoprodotto in uscita il 28 gennaio dal titolo Lasciami entrare. Dopo la brevissima visione del brano, la Maionchi ha affermato: “L’ho trovato un pezzo piacevole… ma non mi sembra di recepire una novità”. Io sinceramente avrei tanto voluto domandarle: “Ma invece Mara, il tuo caro Gerardo Pulli, che fine ha fatto?”.

A questo punto credo che l’astio sia confermato, perché il pezzo di Valerio a mio parere è sicuramente una novità almeno per quanto riguarda il percorso artistico del cantante, ma come sempre, dateci dentro con i commenti, voglio sapere cosa ne pensate!

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Comments

    Enrica Sulova

    (26 gennaio 2014 - 18:21)

    Complimenti per la professionalità!!! Valerio è stato da sempre poco supportato ed attaccato perché dà fastidio per diversi motivi…Non mi va di fare delle polemiche ora, anche perché penso che ce ne siano già state fin troppe…Lui ha dimostrato di saper crescere, di essere una persona che sa camminare con le sue gambe, che crede nel suo talento, intelligente… Sarebbe stato bello se anche qualcun altro si fosse mostrato meno puntiglioso nei suoi confronti…in fondo come si può rimanere fissati per qualche battutina ironica fatta qualche anno fa quando lui era ancora un ragazzino…Certe battute da parte di qualche altra persona matura in quella trasmissione non mi son proprio piaciute…non pretendo di sapere quale fosse l’intento di certe persone, però posso dire che ognuno è libero di farsi la propria opinione (=presumere di sapere ciò che non si sa)…io mi limito a continuare a credere ed a sostenere Valerio Scanu che reputo un grandissimo artista ed una persona straordinaria!!!

    AnnaSpocchiossa

    (26 gennaio 2014 - 18:39)

    Ho seguito il tutto!
    Valerio è cresciuto tantissimo..è riuscito a dire quello che pensava e soprattutto mettere ben in chiaro le cose..in base alla sua esperienza!
    La Maionchi ..poteva essere un po’ più morbida volendo..ma credo che adesso invece di polemizzare ,dobbiamo sostenere Valerio..che ha fatto un’album con le palle!
    D’ora in poi il nostro motto sarà poche chiacchiere e più fatti!
    I risultati concreti chiuderanno un po’ di bocche e apriranno nuove porte!
    Bravo Valerio…noi ci siamo sempre!

    gabry

    (26 gennaio 2014 - 19:08)

    Meglio che mi prenda un po’ di tempo prima di lasciare un commento, preferisco riflettere per non far danni! Una cosa posso dire per il momento, che Valerio può dare, nonostante la sua giovane età, lezioni di coerenza, correttezza, coraggio, intelligenza a molti ultraquarantenni e qui mi fermo!

    Maria

    (26 gennaio 2014 - 19:13)

    Dico solo che sia ora che ci siano ospitate non solo per dire che è uscito il disco ma anche per farlo sentire proprio come hanno fatto con Emma Mengoni Amoroso ecc…giusto?

    elena2613

    (26 gennaio 2014 - 19:26)

    D’accordissimo con te, la Maionchi è stata molto acida, prevenuta e poco obiettiva nei confronti di Valerio Scanu. I suoi commenti mi hanno sinceramente lascito molto perplessa, non mi pare una produttrice che punti sull’originalità (vedi ultimamente Gioffre’….lasciamo perdere), il Pulli da te citato….poi, una che si è lasciata scappare la Nannini e Ferro, non dimostra di vedere molto lontani con talent scout!

    Antonella

    (26 gennaio 2014 - 19:31)

    Grazie per la tua puntualissima ed esattissima analisi, sicuramente stasera ha dimostrato di essere cresciuto enormemente sia artisticamente che umanamente, nel poco tempo che gli è stato concesso ha risposto in modo determinato ma educato e sereno, inoltre se pensiamo che sta riuscendo più da solo che con la casa discografica dietro e che alcune battute poche felici potevano sicuramente essere risparmiate, sicuramente questa ospitata è stata positiva per far capire a chi l’ha guardata senza pregiudizio quanto Valerio valga! Unica precisazione non è stato Valerio a dire “sono più appoggiati” ma Klaus

    rossana

    (26 gennaio 2014 - 19:39)

    Posso dire che la frase ” ma loro sono stati supportati” , ribadita anche da Klaus DAVI, un giornalista presente, spiega tutto. Non si tratta di studiare, crescere o altro, perché anche Valerio è cresciuto molto artisticamente da amici, si tratta di opportunità, occasioni, incontri che la cd ti fa avere oppure no e che ti permettono di affermarti

    Antonela nesta

    (26 gennaio 2014 - 20:17)

    Oggi ho ammirato moltissimo come Valerio sta coerentemente mettendo in atto la sua frase: Cercherò di cambiare atteggiamento, per me i media sono importanti, ammorbidirò il mio carattere , ma non smetterò mai di difendere le mie opinioni.” Non gliele hanno fatte dire tante di opinioni ,ne hanno dato nessun peso alla sua crescita come uomo, che si autoproduce, come artista, che scrive i suoi pezzi. Ma lui è stato di una educazione esemplare. Che io a 53 anni non sarei riuscita ad avere, questo pomeriggio

    boscu m

    (26 gennaio 2014 - 20:23)

    Crescere significa anche imparare a tacere anche se vorresti gridare ,e dire con i fatti quel che si vuol gridare.C’è un momento per parlare e un momento per tacere e agire.Il più delle volte dire quel che si pensa è controproducente.E questo lo stai imparando a tue spese,ma anche a nostre, in quanto se non ti fanno apparire ci privi del tuo talento .E questa non è ipocrisia:è saggezza!

    Raffaella B.

    (26 gennaio 2014 - 20:32)

    Ricordo che non era proprio così scontato chi dei due avrebbe vinto l’ottava edizione di Amici se dopo 5 mesi in tv era sempre Valerio il preferito del pubblico poi … hanno smesso di dare le carte. Quello che ha creato grandi differenze è stato il diverso trattamento che ne è seguito. Tornando alla ospitata di oggi a L’Arena : premesso che chi non c’era e non conosce i retroscena di quello che ha vissuto Valerio con la gestione Emi Music può esprimere solo un parere superficiale… hanno però giudicato i risultati del suo percorso artistico sottolineando una certa “impersonalità” invece noi sappiamo molto bene che di personalità ne ha da vendere anche artisticamente parlando. Ben altre sono le figure insignificanti che ci sono passate davanti in questi anni e la Sig.ra Maionchi ne ha anche avute alcune tra le mani…
    Il fatto che Valerio non abbia una vocalità limitata fa sì che lui possa affrontare diversi generi musicali ed io credo che questo sia solo un punto di forza e non di debolezza… così non è per tanti altri !
    Un artista giovane, duttile e poliedrico come Valerio deve poter esprimere anche questa duttilità e farsi conoscere a 360°, sarà poi il tempo semmai a incanalare le sue energie e il suo percorso artistico e questo ultimo cd è già un gran bel risultato io credo sulla strada dell’identità ma soprattutto è il primo di inediti che ha potuto creare senza i condizionamenti della casa discografica che cerca sempre di proporre i suoi pezzi ! ….c’è sempre un fraintendimento di fondo fra chi giudica un artista un artista con un percorso diverso da tutti gli altri e chi lo giudica invece un prodotto per il mercato discografico che segue leggi prestabilite quelle del mercato appunto! Arte e business si contrappongono sempre perché hanno regole,tempi, modi, obiettivi diversi ! Comunque non è possibile pensare possa essere un concorrente a promozionare un tuo prodotto e certe cose una vecchia volpe come Mara Majonchi, le sa!
    Parlando invece in generale sul sistema “corto” messo in atto dalle case discografiche per poter guadagnare in tempi brevi senza investire e aspettare che un investimento dia i suoi frutti ((esigenza ancor più urgente e vitale per una Casa Discografica in difficoltà in procinto di essere smembrata e venduta come è poi avvenuto)), beh… credo Valerio abbia detto una gran verità, salta all’occhio anche ai non addetti ai lavori ma se gli avessero dato ragione si sarebbero tirati la zappa sui piedi o quantomeno avrebbero fatto un grave torto ad amici e colleghi! Non è un caso si sia glissato sul “sistema delle lobby” che proteggono gli amici e gli amici degli amici (appena accennato), che si sia taciuto dello strapotere mediatico che è nelle mani di pochi che si occupano anche di discografia in pieno conflitto di interessi… che si siano ignorate le leggi del mercato che esigono una visibilità POSITIVA e costante nel tempo, quella visibilità mediatica che può fare la differenza, che soprattutto non può scomparire di botto dall’oggi al domani come è accaduto a Valerio dopo l’onda lunga di Sanremo, ma va alimentata altrimenti non esisterebbero fior fior di facoltà universitarie in tutto il mondo che ne insegnano i meccanismi e le strategie !
    Ma anche tanti artisti che senza quella non so dove sarebbero finiti …
    Chi “funziona” certe cose (e anche tante altre come dice Rossana qui sopra) le ha avute e le ha, nessuno può dire il contrario! E così arrampicandosi sugli specchi hanno buttato il discorso sulla cultura scolastica come se la vita non fosse la miglior gavetta e come se Valerio fosse artisticamente nato con il talent ignorando di sana pianta tutta la sua bella strada percorsa sul campo lavorando al pianobar dagli 11 anni ai 18… Ma si sa, quello che non conviene dire è meglio tacere ! …come se tacere una verità, non fosse mentire! Lui solo contro il “sistema” ha bisogno di noi perchè quello che dice è la verità! Grazie per l’articolo Valentina 🙂

    Emy

    (26 gennaio 2014 - 21:22)

    Concordo tutto ! E proprio come affermi, grazie! Valerio ha spiegato solo quello che è capitato a lui ,perche non si è sentito supportato dalla sua casa discografica ! e ha deciso di mettersi in proprio!:)

    gemma

    (26 gennaio 2014 - 21:35)

    Dico semplicemente che Valerio riguardando la trasmissione può essere orgoglioso del suo comportamento altri/e dovrebbero rendersi conto di aver perso un’occasione per stare zitti.Grazie per l’articolo

    simona

    (26 gennaio 2014 - 21:38)

    Non ho alcuna voglia di fare polemiche, non mi sono piaciute alcune cose, non mi sono piaciute alcune persone una cosa invece la voglio dire GRANDE VALERIO SONO FIERISSIMA DI LUI!!!

    Chiara

    (26 gennaio 2014 - 21:53)

    Complimemti e grazie per le osservazioni a favore di Valerio e per l’oggettività espressa. Condivido, e penso di non essere l’unica, ogni singola parola che è stata scritta. E anche l’opinione di Raffaella. Spero solo che questo nuovo progetto di questo Artista vada bene e che ottenga tutto il successo che merita, perchè ne merita davvero tanto. Inoltre spero che la gente che si rimangia le cose si estingua e che Valerio continui “sui suoi passi” a testa alta, perchè è una delle poche persone che ha conservato la sua umiltà e la sua semplicità. Grazie per l’articolo cara Valentina..

    annarosa70

    (27 gennaio 2014 - 11:20)

    Articolo interessante Valentina,non voglio fare inutili e controproducenti polemiche, dico solo che se lo avessero fatto parlare e esporre le sue idee Valerio avrebbe potuto spiegare quale è stato il suo percorso con e senza la sua ex cd,senza interruzioni dei tre critici che ben conosciamo,ancorati ancora al vecchio cliché del Valerio con brutto carattere che non si è aiutato,perchè altri forse si sono aiutati? Valerio da solo sta facendo un percorso difficile e tutto in salita contando solo sul sostegno dei suoi fan e del suo talento,di questo è consapevole e non si nasconde dietro a finta modestia e umiltà crede in se stesso e lo dice chiaramente,ha fatto passi da gigante dai 18 anni a adesso,studiando,mettendosi in gioco,qualcuno invece si ostina a vederlo come il ragazzino che nascondeva insicurezza e timidezza dietro un atteggiamento un po’ sfrontato,ora è cresciuto come uomo e artista e lo dimostra,peggio per chi no vuole vedere e sentire,l’ultimo lavoro che esce il 28 ne sarà la prova,noi aspettiamo con gioia perché sarà una conferma della sua maturità e indipendenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *