Sanremo 2014, ecco chi sono le Nuove Proposte: artisti e canzoni in gara

Il 18 febbraio 2014 aprirà i battenti la 64esima edizione del Festival di Sanremo condotto da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto. In migliaia hanno partecipato, ma solo otto sono i giovani che l’hanno spuntata e potranno salire sull’ambito palcoscenico del Teatro Ariston di Sanremo. Dal più giovane di tutti, il rapper Rocco Hunt di appena 19 anni ai più “maturi” The Niro e Zibba. Due donne, Bianca direttamente da Area Sanremo e Veronica De Simone dalla prima edizione di The Voice of Italy.

In realtà, il vero nome di Bianca è Emma Fuggetta: “Un’Emma cantante in Italia ce l’abbiamo già e quindi in arte sono Bianca” ha dichiarato la cantante che porterà a Sanremo il brano Saprai, un pezzo pop melodico. The Niro (vero nome Davide Combusti) presenterà 1969: “Una cavalcata incalzante, ma con leggerezza nella melodia” ha affermato tra le pagine di Sorrisi e Canzoni TV. Diodato invece, sarà in gara con Babilonia: “E’ un pezzo con richiami ai cantautori italiani mischiati col pop internazionale e uno splendido arrangiamento di archi”.

Vadim, definisce il suo pezzo, La modernità come una ballata rock melodico gentile. Mentre Filippo Graziani (figlio di Ivan) racconta Le cose belle affermando: “Ha un passo veloce e un testo che ho scritto in un periodo bohèmien della mia vita”. Veronica De Simone, si presenta al Teatro Ariston di Sanremo con Nuvole che passano, un brano che la stessa definisce melodico sanremese. Rocco Hunt invece, porta il rap a Sanremo con Nu juorno buono: “L’ho scritto per portare una ventata di positività e aria fresca”.

Zibba invece presenta a Sanremo Senza di te, un brano scritto pensando alla moglie, alla famiglia e al bambino che aspettano: “E’ un canto d’amore con sonorità reggae e folk”.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *