Un Matrimonio, da stasera su RaiUno la fiction di Pupi Avati con Micaela Ramazzotti e Flavio Parenti

A partire da questa sera, prenderà il via su RaiUno la fiction in sei puntate, per la regia di Pupi Avati, con Micaela Ramazzotti e Flavio Parenti: Un matrimonio. Si tratta di un viaggio all’insegna dei grandi sentimenti, una storia appassionante che narra il percorso non di una famiglia qualunque, bensì di quella dello stesso regista. A distanza di circa un mese da Il bambino cattivo, torna quindi su RaiUno Avati, con una storia che lo riguarda da vicino, in onda nella prima serata odierna a partire dalle ore 21:10 circa. A seguire, andiamo alla scoperta della trama della mini fiction Un matrimonio.

La storia prende il via nel 1948, nel bolognese, quando sue ragazzi molto distanti culturalmente, si incontrano innamorandosi. Si tratta di Carlo Dagnini (Flavio Parenti), un giovane benestante, figlio di un commerciante scommettitore assiduo alle corse di cavalli e Francesca Osti (Micaela Ramazzotti), una ragazza di umili origini, figlia di un operaio ed ex emigrante. Una relazione, la loro, contrastata dalle rispettive famiglie ma che nonostante questo va avanti.

I due giovani convolano a nozze e hanno due bambini, Angelo ed Alberto; adottano una bambina paraplegica, Anna Paola e diventano nonni. Non tutto però per la coppia sarà semplice in quanto si troveranno ad attraversare anche momenti bui, all’insegna della crisi economica generale, dei problemi dei figli e quelli interni alla stessa coppia, fino alla separazione e poi di nuovo alla loro unione. Insieme, staranno per tutto il resto della loro vita.

Nel corso delle sei puntate, ripercorreremo anche le tappe salienti della storia d’Italia della seconda metà del Novecento, che sarà ricostruita grazie alle Teche Rai, tra cui l’avvento della tv italiana, il referendum sul divorzio ed il rapimento di Aldo Moro, senza tralasciare altri eventi drammatici come la strage di Bologna.

Nel cast, oltre a Micaela Ramazzotti e Flavio Parenti anche Andrea Roncato, Valeria Fabrizi, Katia Ricciarelli nel ruolo di Zia Amabile, Mariella Valentini, Ettore Bassi, Corrado Tedeschi e con la partecipazione straordinaria di Christian De Sica.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all’Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Comments

    Carlo

    (31 dicembre 2013 - 20:57)

    Sono stupito che un grande Regista come Pupi Avati abbia scelto come protagonista femminile Micaela Ramazzotti, assolutamente inadatta per quel ruolo, una cosa penosa, tanto da inficiare tutta l’opera, personalmente mi da quasi fastidio la sua presenza ed il suo modo di recitare da teatrino Parrocchiale!
    Scusate lo sfogo. Saluti – Carlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *