Ballarò, stasera l’ultima puntata del 2013: incursione di Luca e Paolo e copertina satirica di Maurizio Crozza

Si rinnova anche questa sera sulla terza rete di casa Rai, il nuovo appuntamento all’insegna del talk show politico condotto, a partire dalle ore 21:10 circa da Giovanni Floris, Ballarò. La trasmissione, stasera cercherà di affrontare ed analizzare questa fine 2013 piuttosto turbolenta, tra proteste, forconi, congressi infuocati, nuovi segretari e nuovi partiti e lo farà proprio nella puntata in onda nella prima serata odierna di RaiTre e che va a concludere anche la prima parte della stagione di Ballarò, prima del ritorno, dopo le festività natalizie, previsto per il prossimo 7 gennaio 2014.

Ovviamente, anche in quest’ultimo appuntamento dell’anno all’insegna di Ballarò, non mancherà la presenza in studio di svariati ospiti che si confronteranno con il padrone di casa. Nello specifico, ci saranno il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi di NCD, Federica Mogherini della segreteria nazionale del PD, il vicepresidente della Camera Simone Baldelli di Forza Italia, lo storico Luciano Canfora, il direttore della Stampa Mario Calabresi, il direttore del Fattoquotidiano.it Peter Gomez, il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli.

Nel corso della serata ci sarà anche un’incursione del duo comico Luca e Paolo, ovvero Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, mentre come di consueto, in apertura di trasmissione non mancherà la nuova copertina satirica condotta come sempre da Maurizio Crozza, il comico genovese che torna a farci riflettere e sorridere con il suo nuovo intervento. L’appuntamento con l’ultima puntata del 2013 di Ballarò, è quindi fissato a questa sera a partire dalle ore 21:10 circa su RaiTre.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *