Amici 13, Maria De Filippi contro Grazia Di Michele difende Deborah: “Parlare di fisicità in TV va fatto con una certa cautela”

Oggi ho assistito ad uno “spaccato” TV che mai avrei voluto vedere. E’ successo durante il corso del daytime di Amici 13, il talent show ideato e condotto da Maria De Filippi che conquista ogni anno la fascia più giovane del pubblico che, mai come in questo momento avrebbe bisogno di ricevere dei messaggi positivi, chiari e soprattutto diretti. Deborah ha ricevuto la maglia nera da Grazia Di Michele, perché, in sintesi: “Quando, oltre a sentirla, la vede anche cantare vede una ragazza non alta, sicuramente robusta, con una fisicità non troppo bella. Questo la distrae e le impedisce di continuare ad ascoltarla”.

Il testo in corsivo è stato preso direttamente dalla pagina ufficiale del programma che immagino, riporti esattamente le cose come stanno. Tutto questo accadeva il 10 dicembre e, successivamente Elisa D’Ospina modella internazionale di taglie comode, ha mandato un fax alla redazione: “Da anni mi occupo di prevenzione dei disturbi alimentari nelle scuole. Sono alquanto allibita dal messaggio che Grazia Di Michele sta facendo passare: fermare la corsa di una vostra partecipante per le caratteristiche fisiche la considero una forma di discriminazione senza eguali”.

Per poi aggiungere: “Senza contare la responsabilità sociale che ha un programma come il vostro verso i giovani ragazzi. Scusate ma non lo posso assolutamente accettare. A casa per quei fianchi larghi, per le maniglie dell’amore, per la ‘fisicità non perfetta’ si ammalano. Allora inviterei la Di Michele nelle varie cliniche di disturbi alimentari, dove giovani ragazze rischiano la vita. I DCA oggi sono la seconda causa di morte tra adolescenti dopo gli incidenti stradali. Stiamo attenti a ciò che comunichiamo”.

La Di Michele ha quindi risposto, ma il messaggio non ha convinto Elisa (e non solo lei): “Internet è un bellissimo strumento ma a volte la necessità di sintesi crea dei fraintendimenti. Ho ben presente la piaga sociale dovuta ai disturbi alimentari di cui molte ragazze soffrono per rincorrere modelli fisici stereotipati. Nel caso di Deborah il mio ruolo da insegnante mi mette nelle condizioni di parlare di lei solo ed unicamente come cantante. In un periodo dove la musica non solo si sente ma si vede, discuto la sua fisicità solo ed unicamente in relazione alle sue esibizioni, e al suo modo a mio parere goffo di camminare mentre canta e tiene il palco”.

Oggi prima dell’esame Maria De Filippi ha mandato un RVM con la Di Michele che, screditando Deborah affermava: “Te ne vai in giro un po’ sciatta, ti dò la maglia nera…” e la ragazza, dopo essersi rivista durante l’esibizione d’ingresso tra le lacrime ha esclamato: “Quello che mi ha detto è vero, quando mi vedo camminare sulla passerella faccio schifo! Ho un cu*o grande quanto una casa”. Maria di ritorno in studio ha ovviamente preso le distanze: “Io trovo che la motivazione non sta né in cielo né in terra. Immagino, siccome ti stimo che dietro questo ci sia un perché… parlare di fisicità in televisione va fatto con una certa cautela, specie in programmi seguiti da giovani”.

La Di Michele però, ha nuovamente lasciato tutti con l’amaro in bocca e le sue motivazioni, ancora una volta non convincono: “La maglia nera è un punto interrogativo, è uno stimolo, anche Deborah appena si è vista ha commentato. Qui si parla di canto, io non parlo come persona, non c’entra il fisico, la taglia, i disturbi alimentari, l’estetica, il canto è fatto di tecnica di interpretazione ed espressione e lei è carente in questo, ed è il perché della maglia nera, se si vuole strumentalizzare questo sbaglia, vi si vede… e si vuole avere il piacere di posare gli occhi su di voi”.

La ragazza è stata quindi messa in imbarazzo in ogni modo, mentre (per assurdo) si giustificava: “Va benissimo così, io oggi farò vedere cosa so fare, io so di avere questo problema…”. Per Grazia Di Michele la musica si vede e si sente, mentre per Maria si sente e basta.

Durante il corso dell’esame, Deborah è stata costretta a cantare “Sei bellissima” e successivamente ad esibirsi seduta sullo sgabello (l’unico momento epico è stato lo sfottò di Maria De Filippi seduta sullo sgabello, in stile Belen Rodriguez) con di fronte uno specchio e per cosa? Per mettere in crisi una bella voce e farle entrare in testa che avere qualche chilo di troppo è sbagliato? Ditemi che in realtà quello che ho visto oggi è solo un macabro incubo frutto della mia immaginazione, perché io veramente, di fronte tanta “violenza” rimango senza parole.

Un applauso a Deborah, che ha affrontato a testa alta l’esame ed è rimasta nella scuola essendo assolutamente priva di alcun problema, perché quello che contesta la Di Michele, perdonatemi (e correggetemi se sbaglio) resta problematica di una sola persona e quella non è Deborah.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Comments

    Alessandro Ansaldo

    (14 dicembre 2013 - 19:37)

    La De Michele non ha la minima comprensione di cosa sono i disturbi alimentari e, peggio ancora, propaganda un modello di donna fasullo e dannoso che, insieme ad altri fattori, è causa di queste malattie. In questa vicenda lei ha ampiamente mostrato la sua incapacità di capire la situazione e si ostina a mantenere lo stesso atteggiamento, con motivazioni pretestuose. Costei è potenzialmente molto dannosa per i giovani che assistono a Amici e dovrebbe essere sostituita da qualcuno più idoneo.
    Un appartenente all’Afcoda- Associazione dei famigliari contro i disturbi alimentari.

    mariapia

    (14 dicembre 2013 - 20:48)

    Si fanno le campagne contro l’anoressia e la bulimia per preservare i giovani e un’insegnante di canto dice ad una ragazza ventanni non ha il fisico per cantare.Io credo che la signora se cosi’ si puo’ chiamare se ne debba andare lei dalla scuola perche’ e’un incosciente,presontuosa e incapace perche’ nonostante Maria De Filippi le faccia notare l’errore lei continua imperterria per la sua strada.Speriamo che vengano presi dei provvvedimenti nei confronti dell’insegnante

    alice

    (14 dicembre 2013 - 21:24)

    la defi fa la finta buonista ma mai sponsorizzerà la ragazza non illudetevi l’altra si espone perchè poco furba la defi no ma il risultato non cambia

    Marinella

    (14 dicembre 2013 - 23:31)

    ahahah….scusa se rido Valentina,non guardo il programma,non più ormai da anni,e conoscendo l’andazzo del circo,ti posso assicurare che questo è un’altro “caso umano” acchiappa ascolti!
    Mi dispiace solo per la ragazza.

    Un’ultima osservazione,ma allora Adele che ci sta a fare nel mondo della musica…sarebbe cosa buona e giusta che faccia la pasticcera! 😉

    Massimo

    (17 dicembre 2013 - 15:14)

    Prima di giudicare i valori dei giovani e la loro edicazione familiare e civica, dovremmo soffermarci a quanto noi “adulti” riusciamo a trasferire con le nostre azioni. Si parla spesso di bullismo e prevaricazione…..bene!!! Riflettiamo su quanto ha fatto questo personaggio televisivo e quanta cattiveria a trasferito a tutti i giovani insistendo su una sua assurdità mentale solo perchè crede di essere al di sopra delle parti sociali in quanto “famosa”. Che educazione c’è in tutto questo? , insegnante di cosa se non in primis di educazione dei modi? è forse questo che imparano i “famosi ” dopo anni di carriera e farsi chiamare insegnanti??
    E’ semplicemente vergognoso oltre che deleterio per la giovane società schernendo un giovane per la sua fisicità e sfruttare la fisicità per fare ascolti o peggio ancora per mettersi in mostra. Ci sono stati cantanti che hanno fatto la storia come Barry White che non era proprio una siluette. Di tutto si può dire tranne che la signora De Michele sia un insegnante o meglio una cantante che abbia fatto parlare tanto di se e che ci prova adesso ridicolizzando i ragazzini. Sei proprio un bullo provinciale altre che…….!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *