Il Segreto anticipazioni, puntata del 2 dicembre: l’aborto di Soledad e la sofferenza di Pepa, Juan e Alfonso

Anticipazioni Il Segreto, puntata di lunedì 2 dicembre: Anche ieri sera, il pubblico di Canale 5 ha potuto godere di una nuova puntata speciale all’insegna della soap opera di successo, Il Segreto, la quale ha radunato 3.597.000 spettatori con share del 15.36%, dato leggermente in calo rispetto a quello della domenica precedente. Nonostante questo, Il Segreto continua ad appassionare ogni giorno milioni di utenti, sempre più interessati alle vicende che legano Pepa e Tristan. A seguire, andiamo a vedere quali saranno le anticipazioni della nuova puntata in onda questo pomeriggio, sempre su Canale 5, a partire dalle ore 16:10 circa.

Come abbiamo avuto modo di vedere nella puntata speciale di ieri, caratterizzata da tre episodi, Soledad ha accusato un malore che, nonostante il parere contrario di Donna Francisca, ha portato all’intervento di Pepa, che ha consigliato alla ragazza di restare a riposo, considerando la sua gravidanza fortemente a rischio. Nonostante gli sforzi della levatrice, infatti, Soledad sarà vittima di un aborto.

La ragazza chiederà a Mauricio di comunicare la triste notizia a Juan; ma non è tutto: Mauricio comunica al ragazzo che la moglie ha espresso il fermo desiderio di non rivederlo mai più. Intanto, Alfonso non riesce a trovare il coraggio di dichiararsi ad Emilia. Vedremo inoltre quale sarà la reazione di Sebastian dopo la confessione del padre, relativamente all’uccisione di Virtudes.

Infine, Pepa è ancora fortemente in pensiero per il destino del piccolo Martin, misteriosamente rapito dal perfido Carlos, al punto da avere brutti incubi.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *