Il Segreto anticipazioni, puntata del 28 novembre: Pepa e Tristan lasciano Ponte Vecchio; Martin rapito da Carlos

Anticipazioni Il Segreto, 27 novembre 2013: la settimana volge al termine ma la soap opera Il Segreto, in onda come ogni pomeriggio anche oggi alle ore 16:10 su Canale 5, non ha alcuna intenzione di esimere il telespettatore da nuovi avvincenti colpi di scena. Questo finale di settimana, infatti, ci riserverà nuovi sconvolgenti eventi che apriranno ad un periodo piuttosto drammatico all’interno della soap opera spagnola e che riguarderà in particolare Pepa e Tristan. A seguire, andiamo intanto alla scoperta di ciò che accadrà nel nuovo episodio di questo pomeriggio.

Dopo il tradimento subito, Soledad ha preso la sua decisione: non ha nessuna intenzione di continuare a vivere sotto lo stesso tetto con Juan e quindi andrà a vivere alla tenuta. Donna Francisca sarà molto felice della notizia della figlia, mentre Juan soffrirà molto per la decisione della sua sposa ed andrà a parlare con lei, in lacrime. Nel cercare di respingerlo però, la ragazza cadrà rovinosamente dalle scale.

Tristan finalmente può iniziare a fare progetti per il futuro insieme a Pepa; il ragazzo vuole andare via da Ponte Vecchio. Sebastian, sarà intanto picchiato in cella, ma ciò che gli fa più male è la morte di Virtudes, ignaro del fatto che la donna sia ancora viva. Raimundo scoprirà che c’è lo zampino di Donna Francisca dietro i problemi del figlio.

Pepa e Tristan finalmente sono pronti a lasciare Ponte Vecchio e rifarsi una vita insieme a Martin ma, quando andranno a prenderlo dal collegio avranno una brutta sorpresa: il bambino è stato rapito da Carlos.

Da questo momento per Pepa e Tristan inizierà un periodo difficile che culminerà con il tentato suicidio da parte della levatrice. CLICCA QUI per saperne di più.

Seguici e condividi!

Francesca Tordo Author

Appassionata del gossip italiano e non solo. Mi piace scrivere di fiction e anticipazioni Tv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *