Ballando con le stelle 9: Lea T e Gigi Mastrangelo verso la semifinale, la polemica su Anna Oxa prosegue

Ieri sera è andata in onda su RaiUno l’ottava puntata di Ballando con le stelle 9 condotta da Milly Carlucci con la partecipazione di Paolo Belli e la sua Big Band. Il programma si sta avviando alla sua fase finale, non senza polemiche. Ieri l’interrogativo che ha “investito” il pubblico in studio e da casa era solo uno: Anna Oxa cosa farà? Potrà tornare in gara come se la trasmissione girasse esclusivamente attorno alla sua persona? Il suo ginocchio entrerà in polemica con la chioma di Zazzaroni o con il parrucchino di Mayer? La cantante barese si è presentata seduta nel tavolino accanto a Samuel Peron, con l’aspetto tranquillo, e apparentemente ben disposta.

“Ma parliamo ancora del mio incidente?” ha domandato la cantante, “E’ tutto sotto controllo” ha ribadito per poi affermare: “Il dolore è sotto controllo, tutto bene!”. Samuel con l’espressione sveglia è stato chiamato in causa e lui, preso alla sprovvista (pensava di essere sul divano di casa sua, immagino) ha esclamato: “E’ stata una settimana di attesa…”, ma va? Mariotto innamorato “fracico” della Oxa l’ha osannata con un monologo: “I veri artisti sono molto particolari, hanno delle personalità difficili e quando c’è quella strana cosa che ci fa stare zitti, quella è una cosa che va rispettata, anche se è difficile, come un quadro che non capiamo… io darei qualunque cosa per rivedere quella coppia che balla da Dio”.

Ieri però era la puntata dedicata al ripescaggio in attesa della semifinale ed Anna Oxa non poteva ancora ballare. Massimo Giletti ha preso la parola, e l’ha fatto con un tono apparentemente provocatorio, tipico dell’Arena: “Perché non la lasciate in gara e la fate votare dal pubblico?”, sono sconvolta per questa idea così anticonformista che mi viene da spegnere la TV, ma resisto, sono troppo curiosa di vedere la Oxa perdere improvvisamente il controllo della situazione. Sandro Mayer pone una serie di quesiti: “Oppure questo, oppure quello…”, “Oppure si potrebbe rispettare il regolamento?” domanda Zazzaroni con aria seccata.

La Carlucci prova a spiegare che la Oxa non può ballare e il regolamento in questo caso è un interrogativo essendo un caso mai accaduto prima. “Possiamo parlarne…” afferma, mentre Carolyn Smith, che lì dentro insieme ad Amargo è l’unica ad avere voce in capitolo in maniera professionale, ha espresso un parere puramente e sinceramente tecnico: “Se c’è qualcuno che si fa male deve ritirarsi dalla gara, non può essere più giudicato, abbiamo delle regole internazionali”. Ma gli altri non ci stanno, mentre Mariotto sussurra a microfono aperto: “Hanno paura!” e Amargo impazzito la vuole ancora in pista.

“Ci sono altri sette concorrenti che stanno impegnandosi da due settimane, Anna si è infortunata, probabilmente l’avranno pure gufata…” ironizza Zazzaroni e la Oxa riprende la situazione in mano: “Guarda, e la prima cosa intelligente che mi dici questa sera…”. La Carlucci ribadisce che al momento non ha soluzione, ma dovrà consultarsi con gli autori del programma: “Se Anna ci penserà, se a lei va bene, se il suo ginocchio glielo permette…”.

Ma perché la Oxa ha potere decisionale assoluto lì dentro? A questo punto voglio il suo ginocchio nella Casa del Grande Fratello 13, ve ne prego. Riparte il monologo Oxa dedicato all’arte, come se stesse dando lezioni di vita a noi poveri plebei: “Il mondo dell’arte lo vivo da quando sono nata, l’unica cosa che mi ha tenuta presente su questa terra è stato il suono, senza il suono avrei avuto delle serie difficoltà. Sono venuta qui perché volevo portare qualcosa attraverso la danza e comunicare attraverso il suono del corpo insieme al movimento, e questo ho cercato di fare, penso di averlo fatto ma il problema è un altro, non essere nel chiacchiericcio, essere oggetto di chiacchiere non costruttive, il dialogo deve essere morbido e fluido, io a prescindere da Ballando eseguo da 38 anni l’arte in tutta Italia e in vari luoghi, quindi io cercherò di comprendere, capire e decidere, e voi deciderete dall’altra parte”.

Chiusa parentesi? Zazzaroni ha l’urgente bisogno di levarsi un sassolino dalla scarpa: “Se vuoi la rissa con me hai perso…”, “Non è nelle mie corde” ha ribadito la Oxa, “Risparmiati le battute sull’intelligenza delle persone”, ma la cantante non ci sta e non vuole “ragionare al suo livello”. “Quella offensiva sei stata tu…” ha ribadito Zazzaroni mentre la Oxa lo invitava a risolvere altrove i suoi problemi: “Quando parli con me parli d’arte… se ci riesci, altrimenti no, beviamo un caffè insieme ma basta con ‘sta storia!”. La modestia della Oxa che afferma ogni due parole di essere un’artista mi commuove, e mi scende una lacrimuccia quando vedo che lo ribadisce da sola.

Nel frattempo, il bellissimo tango di Lea T e Simone Di Pasquale con Massimo Giletti provocatorio anche in questo caso, ha permesso alla bellissima modella di rientrare in gara insieme a Gigi Mastrangelo, entrambi “inglobati” involontariamente peraltro, nella “polemica Oxa”, la prima per averla “offesa” dietro le quinte con tanto di scuse pubbliche a rappresentanza di una dignitosa onestà intellettuale, e il secondo perché durante il corso di un’intervista ha espresso dubbi sull’incidente della Oxa, blaterando (per il nervosismo dovuto all’eliminazione) un paio di cose, per poi rettificare.

Fine della trasmissione e anche delle polemiche? Secondo me il ginocchio della Oxa di stare zitto non ha poi così voglia… vedremo cosa accadrà in semifinale, io comunque, per partito preso voterò il taglio di capelli di Zazzaroni alla Farrah Fawcett brizzolata… adoro!

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Comments

    Angela Consonni

    (24 novembre 2013 - 15:15)

    Anna Oxa dovrebbe cercare di capire cosa vuol dire “essere un artista” e per questo dovrebbe osservare quello che per me è stato l’unico vero artista di tutto il programma. Andrea Bocelli, artista famoso in tutto il mondo e con capacità che non è nemmeno il caso di elencare, ma con una umiltà e intelligenza uniche. Voglio pensare che il commento (che ho letto) di Mariotto e cioè che “Bocelli balla come Costantini” sia solo una diceria, altrimenti forse anche il suddetto dovrebbe chiedere delle scuse e aprire bocca per dire cose sensate, come non succede purtroppo ultimamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *