Tv Talk settima puntata: Paolo Ruffini e Filippo Timi tra gli ospiti; focus su Colorado e Made in Sud

Come ogni sabato, si rinnova su RaiTre l’appuntamento pomeridiano all’insegna della trasmissione Tv Talk, condotta da Massimo Bernardini ed in onda a partire dalle ore 14:50 con replica il prossimo lunedì 18 novembre alle 21:15 su Rai 5 (canale 23 del digitale terrestre). Anche questo pomeriggio, dunque, non mancheranno i numerosi ospiti del programma che come sempre porrà l’accento anche sull’attualità. Nella prima parte, Tv Talk Prima Pagina, interverranno il direttore di RaiTre Andrea Vianello, i giornalisti Francesco Specchia e Massimo Caputi, il Professore Daniele Doglio e l’autrice televisiva Simona Ercolani.

L’attenzione si concentrerà poi sul tema calcio, con l’analisi dei recenti episodi verificatisi durante la partita tra Salernitana e Nocerina. Una questione trattata anche nell’ottica dell’importanza strategica ed economia del calcio nella televisione. Il dibattito, cambiando argomento, proseguirà poi con l’approfondimento del programma Sconosciuti, ideato da Simona Ercolani. Infine l’analisi di come l’argomento baby escort sia stato affrontato durante la settimana televisiva.

Nella seconda parte, Tv Talk Magazine, in studio saranno presenti i comici Paolo Ruffini e Gigi e Ross, il Professore Andrea Bellavita, l’attore Filippo Timi e la conduttrice Camila Raznovich. Focus quello sui programmi Colorado e Made in sud e sulla novità Ci pensa Rocco, programma condotto da Rocco Siffredi, spunto di riflessione per parlare dell’educazione sessuale in televisione. Infine la nuova serie tv di Sky I delitti del BarLume, interpretata da Filippo Timi.

In collegamento da New York, Andrea Salvadore ci parlerà di come i tragici eventi delle Filippine siano stati trattati dalla stampa statunitense, confrontandola con quella italiana. Osservatore speciale della settimana, il regista e sceneggiatore Fausto Brizzi.

Seguici e condividi!

Vincenzo Faraone Author

Amante dello sport, mi piace guardarlo e scriverne. Amo il calcio e la F1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *