Emma Marrone, da Schiena vs Schiena a Marco Bocci: “La mia felicità non dipende dall’essere o no in coppia”

Emma Marrone sta vivendo un momento d’oro che sicuramente, vista la dedizione con la quale lavora e la professionalità che mette in ogni occasione per fare sempre del suo meglio sta dando oltre che i suoi frutti anche la possibilità a chi non la conosce bene di approfondire il suo punto di vista. Perché Emma ama il confronto e, se si arrabbia con qualcuno (fan compresi) non ha alcun problema nell’esternare cosa non le è andato bene. 29 anni, anche se si definisce ancora una caz*ara che può aspettare per fare un figlio.

Vive la sua storia d’amore in totale discrezione, nonostante l’avidità di notizie incomba pesantemente su di lei: “Per ora stiamo bene, però scriva quello che vuole. Tanto ogni settimana ne esce una nuova” ha dichiarato tra le pagine di Grazia di questa settimana dove è presente anche in copertina, in merito alla sua storia con l’attore di Squadra Antimafia, Marco Bocci. E che nessuno scriva che “L’amore non le basta”, perché sarebbe una frase fatta ben troppo semplice da dire ma soprattutto da scrivere.

Emma durante il corso dell’intervista ha spiegato come è nato Schiena vs Schiena: “Il riadattamento è nato da una serata allo Spazio Novecento di Roma. Ho presentato cinque brani in versione acustica e tanti fan mi hanno scritto sui social pieni di entusiasmo. Ho deciso di ascoltare le loro richieste e sono tornata in studio per registrare. È una veste nuova per il disco e anche per me: tutti sono abituati a vedermi dirompente sul palco e non seduta sullo sgabello, tranquilla e intimista”. La cantautrice salentina ha quindi raccontato di avere “due anime”, una nera, rock e tenebrosa e un’altra bianca, dove si svela di più: “Do l’impressione di essere molto sicura, ma questo mio modo di fare è uno scudo”.

La cantautrice ed ex vincitrice di Amici 9, ha anche spiegato come vive il rapporto con i social network, a volte dettati da polemiche e critiche:

Non sono una che cerca il consenso pur di vendere una copia in più e non mi tiro indietro di fronte ai litigi con i fan. Quando c’è qualcosa che non mi va, lo dico. Proprio l’altra mattina ero qui a Milano a girare il video di L’amore non mi basta e qualcuno si è lamentato perché non mi sono fermata per le foto e gli autografi. Mi sono arrabbiata moltissimo: per cambiarmi tra una scena e l’altra avevo pochi minuti e non potevo perdere tempo. Un’ora di ritardo significa pagare di più i macchinisti, il regista, i truccatori. Non mi regalano i video perché sono Emma Marrone, anche io devo rispettare il budget. Ci sono momenti in cui non si può essere disponibili e i fan lo devono capire.

Libera, indipendente, felice?

La mia felicità non dipende dall’essere o no in coppia, la stabilità la trovo in me stessa.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *