Servizio Pubblico, stasera la nuova puntata: Michele Santoro ospita Stefano Fassina, Alberto Bagnai e Franco Bechis

Torna nella prima serata odierna di La7, il nuovo appuntamento all’insegna della trasmissione politica Servizio Pubblico, condotta come sempre da Michele Santoro a partire dalle ore 21:00 circa. Al centro della nuova puntata, non si smetterà di parlare dell’attuale situazione nella quale versa il nostro Paese, in particolare la delicata situazione economica che ci riguarda da vicino e che sottolinea il forte divario esistente tra ricchi e poveri.

Servizio Pubblico, dunque, anche questa sera porrà i consueti interrogativi agli ospiti presenti in studio; nello specifico si chiederà come sia possibile parlare di sinistra italiana nonostante non sia ancora stata trovata una soluzione quantomeno accettabile in merito alla crescente povertà del Paese. A tentare di rispondere a questo e ad altri quesiti, ci penseranno i presenti in studio questa sera, che daranno il via al nuovo dibattito moderato da Santoro.

Ad intervenire nel corso della puntata, saranno Stefano Fassina, viceministro Economia e Finanze, l’economista Alberto Bagnai ed il vicedirettore di Libero Franco Bechis. Tra i volti fissi della trasmissione, non mancheranno poi Marco Travaglio, vicedirettore de Il Fatto Quotidiano, Giulia Innocenzi, Sandro Ruotolo e Gianni Dragoni. Completerà il cast Vauro con le sue immancabili vignette che chiuderanno la serata.

Seguici e condividi!

Vincenzo Faraone Author

Amante dello sport, mi piace guardarlo e scriverne. Amo il calcio e la F1.

Comments

    mena barucco

    (14 novembre 2013 - 22:42)

    parlate anche stasera dl malcostune delle regioni.ebbene perche’ non fate un’inchiesta sui 150.000 euro stanziati dalla regione campania e anche da altre regioni x i corsi o master di formazione per giovani laureati disoccupati.quello che non mi spiego e parlo x la regione campania,ma vale anche per le altre regioni,come 250 giovani avrebbero potuto godere di voucher per un valore massimo di E.6.000 per frequentare questi corsi(ne erano piu’ di 500) se i corsi sarebbero partiti dopo se vi erano almeno 10 iscritti.ebbene dalla graduatoria uscita sul sito alta formazione era raro trovare due corsi uguali x i primi 250 clssificati.Ma questo non si sapeva da prima e i soldi che fine hanno fatto.Potete indagare.
    n.b.anche se sono una semplice cittadina saprei subito come recuperare un cento miliardi dalla sanita’ e permettere agli anziani poveri di avere cure approprite odontoiatriche ed aumentare la pensione sociale.mena barucco

    e

    e.6.000come potevano prevedere che 250 giovani laureati disoccupati avessere con hanno potuto godere di questo voucher sino a e.6.000 i primi 250 candidati sclti con la pubblicazion sul portale www,alta formazione se solo due hanno sclto lo stesso corso (i corsi proposti superavano i 500) quindi si sapeva ch non sarebbro potuti partire perche’ ogni corso prevedeva un minimo di 10 candidati.quindi questi soldi che fine hanno fatto.potet indagare?non e’ possibile sfruttare il dolore di questi giovani laureati prr lucro.grazie.mena barucco
    p.s.saro’ anche una smplice cittadina,ma saprei come trovare subito un centinaio di miliardi da destinare a tutti noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *