Correva l’anno: Steve Jobs e Bill Gates – I duellanti, stasera su RaiTre a partire dalle 23.55

Il 5 ottobre del 2011 si è spento il genio di Steve Jobs, ma il suo ricordo è sempre vivo dentro la mente nei numerosi estimatori ma anche dentro tutti quelli che, oggettivamente, hanno sempre creduto che Jobs appartenesse a quella rarissima categoria di genio del tutto visionario. A circa due anni dalla sua morte Correva l’anno propone, stasera a partire dalle 23.55 su RaiTre, una puntata biografica sui due personaggi-simbolo di quella rivoluzione informatica che ha caratterizzato il passaggio tra il vecchio e il nuovo secolo: Steve Jobs e Bill Gates – I duellanti di Daniele Cini.

Steve Jobs e il suo “rivale” Bill Gates, a metà degli Anni Settanta, hanno avviato l’era del computer continuando, nelle decadi successive, a sfidarsi tra loro in un duello di mosse e invenzioni del tutto sorprendenti e innovative. Figli della West Coast, nascono lo stesso anno, il 1955, in un momento in cui gli pionieri dei moderni PC sono enormi calcolatori al servizio della guerra fredda. Frequentano pigramente i college californiani, ma hanno entrambi una vera fissazione per l’elettronica, la matematica e i circuiti stampati.

Scrupolosi, ambiziosi e pieni di geniali folgorazioni all’avanguardia iniziano a maturare esperienze che li porteranno a sviluppare professionalità e personalità diverse. Logaritmi e software sono la passione di Bill Gates, mentre Steve Jobs è assolutamente più impegnato nello sviluppo di quello che sarà chiamato hardware, cioè la parte fisica delle sue apparecchiature. Accomunati dalle lampanti capacità imprenditoriali, ciascuno ha il suo carattere, ciascuno il suo stile: più espansivo e più ambizioso Bill Gates, meno solare, ma più carismatico e con una vena mistica che lo accompagnerà tutta la vita, Steve Jobs.

Hanno costruito enormi fortune in pochissimi anni, hanno conosciuto il successo, ma anche le sconfitte e i rovesci della sorte. Figure mitiche che attraversano l’ultimo scorcio del ventesimo secolo disegnando una parabola imprenditoriale e umana che ha lasciato un segno indelebile.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *