Il Segreto anticipazioni, puntata del 5 novembre: Pepa e Tristan lasciano Ponte Vecchio; Alberto tenta il suicidio

Torna come ogni giorno, nel pomeriggio di Canale 5, l’appuntamento all’insegna della soap opera spagnola Il Segreto, in onda a partire dalle ore 16:10 circa, subito dopo la nuova puntata di Uomini e Donne e appena prima di Pomeriggio Cinque. Nel corso dell’ultima puntata, Pepa ha rivelato ad Alberto che a provocarle i segni sul collo è stato Carlos; la donna non ha però detto tutta la verità al commissario, mentre Tristan ha cercato di convincerla a lasciare Ponte Vecchio. La levatrice è sempre più in pericolo.

Nel frattempo, Soledad nutre delle preoccupazioni in merito al nuovo lavoro di Juan che gli ha affidato la duchessa; quando però il ragazzo si è presentato alla tenuta, Donna Francisca non ha affatto gradito la sua presenza. Dopo le bugie del padre, Emilia ha deciso di non partire per Madrid. Ma cosa accadrà nella nuova puntata in onda questo pomeriggio? Scopriamolo insieme subito a seguire.

Carlos sarà finalmente arrestato; Tristan si recherà in carcere a trovare il fratello, che gli confesserà di essere l’autore del delitto dicendogli di averlo fatto solo per salvargli la vita. La duchessa difenderà Juan da Donna Francisca riuscendo a farlo restare alla tenuta; il ragazzo ne resterà sempre più affascinato. Dopo aver parlato con Don Anselmo, Emilia è finalmente decisa a lasciare Ponte Vecchio.

Pepa ha invece accettato di andare via con Tristan e Martin da Ponte Vecchio ed il ragazzo lo dirà a Donna Francisca che però inizialmente cercherà di ricattarlo invano, prima di recarsi da Alberto e rivelargli tutto. L’uomo quindi affronterà Pepa e non ottenendo nulla tenterà di suicidarsi. Virtudes, infine, dirà addio a Sebastian non prima di avergli portato via tutto il denaro.

Seguici e condividi!

Francesca Tordo Author

Appassionata del gossip italiano e non solo. Mi piace scrivere di fiction e anticipazioni Tv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *