Mika, da X Factor al coming out: “Chi pensa sia stata un’operazione di marketing dice una stron*ata”

Mika è sicuramente la grande rivelazione di questa nuova edizione di X Factor. Poliedrico, eccentrico, simpatico e con un talento assolutamente incredibile. A breve uscirà solo per il mercato italiano Songs Book Vol. 1 – I più grandi successi, un best of con dentro i migliori pezzi dell’artista. Intervistato nella sua nuova casa milanese da Vanity Fair, il cantante racconta: “In Italia mi sento felice, ma mettere radici per me è un’idea surreale. A un certo punto i muri non ti appartengono più, mentre le canzoni che scrivi saranno per sempre tue”.

Il cantante di origini libanesi racconta perché ha deciso di partecipare ad X Factor: “Perché no? Ho accettato perché mi sono sentito subito a mio agio. Qui in Italia è tutto diverso e molto più interessante, perché si mette l’accento sulla personalità. Viò e Gaia, della mia squadra, sono così particolari che non sarebbero mai entrate nell’X Factor inglese”. La squadra del cantante viene considerata la più forte, ed infatti Mika esclama: “Vincerà una delle tre ragazze della mia squadra. Non so dire quale”.

Per quanto riguarda gli altri giudici, l’artista racconta di avere un ottimo rapporto con Simona Ventura: “E’ fantastica!”, mentre con Elio si diverte a metterlo a disagio: “Gli passo biglietti su cui scrivo le cose più schifose che mi vengono in mente. Lui però non si scompone più di tanto”. Con Morgan sembra avere legato di più: “E’ quello che richiede più attenzioni, forse per quello parlo di più con lui”. I due stanno anche lavorando ad una canzone insieme: “E’ divertente lavorare con lui. E’ pazzo, intelligente, iperattivo, è impressionante il suo talento. Un enfant terrible, in ogni senso”.

Mika, ha approfondito l’argomento legato all’omosessualità in quanto, a maggio ha partecipato a Parigi alle manifestazioni per la legge sui matrimoni gay: “E’ importantissimo” ha dichiarato il cantante, per poi aggiungere: “Ho convinto tutti i miei amici a partecipare alla manifestazione. C’erano nonni, bambini, gente con le piume, in giacca e cravatta, poveri e ricchi, tutti insieme: è stato bello. Ottenere pari diritti per gli omosessuali è un fatto inevitabile, nell’evoluzione umana”.

Il cantante in ultimo, ha espresso il desiderio di avere dei figli e una famiglia, esattamente come tutte le coppie: “Mi vedo con un sacco di bambini, 4 o 5. Vengo da una famiglia numerosa, mi piace la confusione. Chi insinua che il mio coming out sia stata un’operazione di marketing dice una stron*ata!”.

Seguici e condividi!

Valentina Gambino Author

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

Comments

    Anonimo

    (31 ottobre 2013 - 09:58)

    veramente fece outing in maniera ufficiale più di un anno fa, durante i giochi olimpici di Londra xD

    E tra l’altro, Mika ha fatto outing, non coming out!

    Valentina Gambino

    (31 ottobre 2013 - 12:28)

    Anonimo, infatti non c’è scritto che ha fatto coming out a Parigi! 😉 Ma lì ha partecipato alla manifestazione a favore delle unioni gay.

    Mika ha fatto coming out, non outing in quanto, nel primo caso è una scelta volontaria, mentre l’outing è un’altra cosa: (da Wikipedia) “In Italia outing è spesso confuso con coming out, che indica invece l’atto di qualcuno che dichiara volontariamente – e non in modo forzato, quindi – di essere omosessuale”.

    Saluti! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *