E’ Morto Andrea Brambilla. Nino Formicola: “Zuzzurro e Gaspare da adesso non ci sono più”

E’ morto ieri sera, all’età di 67 anni, Andrea Brambilla, meglio conosciuto come Zuzzurro del celebre duo comico Zuzzurro e Gaspare. Nato a Varese nel 1947, Brambilla ha avuto una carriera davvero densa vissuta al fianco di Nino Formicola, in arte Gaspare, la cui amicizia risale alla metà degli anni ’70, quando i due si conobbero in occasione di un Derby di Milano. Il debutto in tv, insieme, avvenne nel 1978 nello show di casa Rai, Non Stop e successivamente in La Sberla, dopo per la prima volta presentarono al grande pubblico i siparietti del commissario Zuzzurro e del suo assistente Gaspare.

Il grande successo però, arrivò solo negli anni ’80 con il mitico Drive In, che diede vita ad una serie di tormentoni, tra cui l’indimenticabile “Ce l’ho qui la brioche!”. Nel 1989 fu poi il tempo dell’innovativo Emilio, un programma comico-calcistico in onda nella prima serata domenicale di Italia 1 insieme a Teo Teocoli e Giorgio Faletti. Sulla medesima rete, due anni dopo il duo comico presentarono Andy & Norman, la commedia di Neil Simon che nel 1986 li aveva visti protagonisti a teatro.

Nel 2002, Zuzzurro fu vittima di un gravissimo incidente stradale, dal quale ne uscì miracolosamente indenne; dallo scorso febbraio però, ha iniziato la sua lotta contro il carcinoma al polmone, dalla quale ne è uscito sconfitto ieri sera, all’Istituto Nazionale dei tumori di Milano, dove era ricoverato.

Fino alla fine, Andrea Brambilla non ha voluto lasciare né Zuzzurro né il suo compagno di sempre, Gaspare, tanto che fino a pochi giorni fa era ancora convinto di voler salire sul palcoscenico del teatro Leonardo di Milano per la prima di Non c’è più il futuro di una volta 2.0, ma le sue condizioni di salute non lo avevano reso possibile.

Ieri sera, la triste notizia ha scosso il mondo del web; anche Formicola, sul suo Facebook ha lasciato un messaggio pieno di tristezza e dolore, scrivendo semplicemente: “Zuzzurro e Gaspare da adesso non ci sono più. Punto”.

All’Ansa, ha poi raccontato: “Ieri sera ha avuto una crisi ed oggi lo hanno sedato. Andrea è morto poco prima delle 22. Tra qualche mese sarebbero stati 40 anni che ci conoscevamo. Lui ha affrontato la malattia con grande piglio ed energia. Devo essere onesto, pensavo di essere preparato ma non è così. Mi sono reso conto che per quanto uno possa essere lucido, razionale, cinico, non c’è nulla da fare. Andrea era un combattente vero. Voleva tornare in palcoscenico a tutti i costi”.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all’Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *