Ballarò, stasera la nuova puntata sulla legge di stabilità: Pippo Civati, Lara Comi e Giorgia Meloni tra gli ospiti

Anche questa sera si rinnova su RaiTre l’appuntamento all’insegna del talk show politico condotto da Giovanni Floris, Ballarò, in onda a partire dalle ore 21:10 circa. “Cosa ci riserva la legge di stabilità?”, è questo il quesito che dà anche il titolo alla puntata e al quale cercherà di rispondere il conduttore insieme ai suoi ospiti presenti in studio e che conosceremo subito a seguire. Ma andiamo ace ad analizzare più approfonditamente i temi della nuova puntata.

E’ vero che arrivano soldi in busta paga? E quanti? Cosa cambia con la nuova tassa sulla casa? E’ vero che le pensioni sopra i tremila euro resteranno congelate? La notte della legge di stabilità. Le risposte alle domande che tutti si fanno. Questi gli argomenti di cui si parlerà questa sera insieme a Giovanni Floris e ai suoi ospiti: Pippo Civati del Pd, Lara Comi del PdL, Aurelio Regina vice presidente della Confindustria, Maurizio Landini segretario della FIOM, Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia, Carlo Dell’Aringa sottosegretario al Ministero del Lavoro, il giornalista del Corriere della Sera Sergio Rizzo, la tributarista Livia Salvini, il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli.

Come sempre, ad aprire la nuova puntata ci penserà il comico genovese Maurizio Crozza, in queste ultime ore al centro delle polemiche in merito al suo ipotetico passaggio in Rai, e che ci terrà compagnia con la sua copertina satirica incentrata sui temi caldi della settimana e che troverete domani mattina, correlata dal video, sul nostro Blog.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all’Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *