Il Segreto anticipazioni, puntata del 25 settembre: Pepa confesserà a Juan che Soledad sta per morire

Anche oggi torna il consueto appuntamento all’insegna della soap opera spagnola in onda a partire dalle ore 16:10 su Canale 5. Stiamo parlando ovviamente de Il Segreto, che da un paio di settimane ha cambiato la sua collocazione in palinsesto, continuando però a raccogliere i consensi del pubblico da casa, interessato alle vicende di Pepa, Tristan e degli altri protagonisti della storia, ambientata nella Spagna dell’inizio del 1900. Nella puntata di ieri, pepa non ce l’ha fatta a lasciare Alberto, l’uomo che le è stato molto vicino negli ultimi tempi ed ha chiesto a Tristan una prova d’amore.

Intanto, il medico ha comunicato ad Emilia che il padre Raimundo non è più in pericolo di vita. Mariana ha raccontato a Juan lo stato nel quale sta vivendo Soledad, ma il ragazzo non è sembrato interessato a sapere informazioni sul conto della donna che in passato ha amato. Martin e Pepa finalmente si sono chiariti e ricongiunti, mentre Sebastian ha dovuto fare i conti con Virtudes, un suo vecchio ma grande amore del passato. Pedro, infine, ha trovato tutte le copie del suo giornale, ma non sa che una di esse è tra le mani di donna Francisca.

Cosa accadrà, quindi nella nuova puntata in onda questo pomeriggio su Canale 5? Tristan fa una promessa a Pepa: il giorno del matrimonio con Alberto, si presenterà e la porterà via dall’altare. Juan continua a pensare a Soledad nonostante sia intenzionato ad andare via dal villaggio. Soledad intanto, si è ammalata gravemente e peggiora giorno dopo giorno; Mariana manderà quindi Pepa a farla visitare. Sebastian chiederà ad Emilia di accogliere Virtudes, mentre Pepa andrà da Juan rivelandogli che Soledad potrebbe morire se continua di questo passo. Infine, Emilia indosserà il vestito da sposa di Pepa ma sarà scoperta da Alberto.

Seguici e condividi!

Francesca Tordo Author

Appassionata del gossip italiano e non solo. Mi piace scrivere di fiction e anticipazioni Tv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *