La Gabbia, da stasera su La7 con Gianluigi Paragone: “Faremo venir fuori le anomalie della politica”

Questa sera, prenderà il via su La7 la nuova trasmissione di Gianluigi Paragone, che farà così il suo esordio ufficiale sulla rete di Urbano Cairo dopo il suo addio alla Rai. Si chiama La Gabbia, la nuova trasmissione di attualità politica (ma non solo) che vede alla conduzione Paragone, pronto alla sua nuova sfida tv. Sulle pagine del settimanale Vero Tv, il conduttore ha anticipato ciò che sarà il talk show nuovo di zecca, in onda a partire dalle ore 21:10, ogni mercoledì.

“Sarà un approfondimento politico nel vero senso della parola, ci saranno diverse idee a confronto e continuerò la strada che avevo già intrapreso da alcune stagioni ne L’Ultima parola”, anticipa, spiegando che si tratterà di un perfetto mix di informazioni, velocità, opinioni, sensazioni ed emozioni, ma anche un modo ed un’occasione per il Paese stesso di dialogare con la politica, senza filtri né timori. “Voglio dare la possibilità alla gente comune di guardare in faccia i politici che decidono sulle sorti del nostro futuro”, spiega.

Proprio il nome del programma, La Gabbia, secondo Paragone rappresenta lo stato d’animo degli italiani: “Noi vogliamo proprio rompere questa gabbia, nella quale la politica e l’economia ci hanno rinchiusi. La crisi sembra colpire solo determinati ceti sociali e sembra che la politica non lo capisca o non abbia la volontà di capire, noi faremo da tramite”, ha ancora aggiunto nel corso dell’intervista.

I temi di questa prima puntata, come anticipa ancora, si incentreranno soprattutto sui temi dell’attualità politica: “Gli argomenti non mancano, c’è tanta carne al fuoco, faremo venir fuori le anomalie della politica, le disfunzioni, le incongruenza e spiegheremo al popolino, con un linguaggio semplice e diretto, i meccanismi del Palazzo. Affronteremo la crisi facendo capire che si tratta più di una crisi finanziaria che economica, faremo il punto della situazione senza mezzi termini e con la consapevolezza che è giunto il momento di parlare chiaro alle persone”.

Il suo obiettivo quale sarà? “Raccontare con calma, tranquillità e onestà intellettuale il nostro Paese, non voglio fare nessuna rivoluzione né essere un capopopolo, certo sarà una bella sfida, desidero dare al pubblico di La7 una lettura diversa della realtà con la massima libertà – che ho mantenuto anche quando stavo in Rai – e lealtà”.

Seguici e condividi!

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Comments

    Stefano Paoletti

    (11 settembre 2013 - 22:00)

    Inutile continuare a fare lo scarica barili, andiamo a toccare il fulcro della soluzione per Italiani e Italia. Nessun politico vuole andarsene dopo aver sbagliato, in altri stati si dimettono,(sono coscienti e uomini veri per non creare altri guai.)Allora meno partiti e un vero controllo all’evasione : fisco americano, visto che portano paragoni tranne i veri esempi. Gli Italiani che valutazione continuano ad avere?.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *